Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Nuovo ponte di Genova, presentato progetto di Unict
«Il verde nei piloni per assorbire l'anidride carbonica»

L'idea è stata svelata al dipartimento di Ingegneria Civile dell’ateneo. A MeridioNews parla l'ideatore, il professore Rosario Lanzafame: «Vorremmo portare questa iniziativa anche a Catania», spiega 

Carmelo Lombardo

«Il progetto ha l’obiettivo di dare il via a sistemi capaci di assorbire grandi quantità di anidride carbonica, così da migliorare la qualità della vita partendo dai grandi tessuti urbani tramite l’istallazione di piante nelle grandi opere. In questo senso, il ponte che verrà costruito a Genova è un grande palcoscenico per testare l’efficacia di progetti di questo tipo». A parlare a MeridioNews è il professore Rosario Lanzafame, docente di Energia e Sistemi per l’ambiente al dipartimento di Ingegneria Civile dell’università di Catania, 

Il lavoro finale è scaturito dal grande progetto denominato Carbon Sequestration. L’iniziativa consiste nell'inverdire i diciannove piloni del nuovo ponte di Genova che dovrebbe nascere entro il 2020 da un progetto di Renzo Piano, dopo il tragico crollo del ponte Morandi avvenuto nel capoluogo ligure ad agosto dello scorso anno. Il progetto di Unict, nato nel 2014 da studi che sono tuttora in corso, vede la collaborazione dell’azienda Planeta. «Il lavoro parte da diversi calcoli matematici e dall’individuazione di diverse piante con alte capacità di assorbimento – spiega Lanzafame -. La scelta è ricaduta sulla Helix, una pianta rampicante della stessa famiglia dell’edera con alte capacità riproduttive e di sviluppo».

Oltre allo studio condotto nel vivaio utile a stabilire la capacità di assorbimento di CO2 della pianta, sono state necessarie diverse misurazioni e l’individuazione di sistemi di calcolo che potessero permettere all’essenza vegetale di svilupparsi su superfici di grandi opere architettoniche, come quella del nuovo ponte di Genova su cui potrebbe vedere la luce. «Il progetto è nato da un’altra iniziativa più grande chiamata Carbon Capture Storage – continua -. Chiaramente abbiamo dovuto stabilire in quanti metri quadri avrebbe potuto svilupparsi la pianta e sarebbe stata capace di assorbire anidride carbonica e le diverse superfici su cui le piante possono crescere: tutte queste ricerche hanno portato anche a diverse tesi di laurea».

Quella di fare crescere le piante su opere architettoniche o in diversi ambienti urbani in modo da abbattere l'anidride carbonica si profila come una vera e propria frontiera della rivoluzione verde sulla scorte delle misure sostenibili a favore dell’ambiente varate dalla comunità europea e promosse dal Patto dei Sindaci. Per il momento, però, il progetto è stato presentato solo per l’opera che sorgerà a Genova, ma l’università sta cercando di promuoverlo anche a favore del capoluogo etneo. «Questo tipo di sistema sul nuovo ponte di Genova potrebbe essere di grande impatto per la diffusione, abbiamo presentato il progetto al commissario: attendiamo la convocazione – conclude -. L’obiettivo è quello di portarlo anche a Catania, nel posto dove viviamo: stiamo cercando di farlo partire, vedremo le scelte che prenderà il Comune in futuro».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews