Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Troppi tremila euro per abituare gli anziani ai social?
«In passato i soldi utilizzati per mandarli in crociera»

Ad Aci Catena scoppia la bagarre e si mette sotto la lente d'ingrandimento la situazione debitoria: «Si finanzia un progetto dall'impatto minimo», denuncia l’opposizione. «Somme nel bilancio 2020», risponde il primo cittadino

Carmelo Lombardo

Sei Comuni sborseranno tremila euro ciascuno per abituare gli anziani alla conoscenza dei social network. Il progetto è rivolto agli over 65 per un totale di 300 partecipanti. L’ assessorato regionale alla Famiglia darà la sua parte mettendo sul piatto 90mila euro. Tra i Comuni coinvolti oltre a Castiglione di Sicilia, Aci Castello, Santa Lucia del Mela e Condrò, c'è anche quello di Aci Catena. L’iniziativa, promossa dall'associazione Ali del Silenzio, si svolgerà tramite delle lezioni frontali e degli scambi culturali. I partecipanti, inoltre, avranno in regalo uno smartphone. Un progetto volto all'inclusione, ma che ad Aci Catena non ha mancato di creare dibattito, finendo anche sotto i riflettori del Consiglio comunale. Con l’opposizione della giunta del sindaco Nello Oliveri che si è messa di traverso.

«Non nutro sospetti sulla bontà del progetto - afferma a MeridioNews il consigliere Davide Quattrocchi - Ma non posso condividere l’intenzione di un’amministrazione che da un lato si trova costretta a risparmiare sui servizi più essenziali e dall’altra impegna una somma, seppure minima, per un progetto che avrà un impatto irrilevante. Parliamo, infatti, di soli 50 anziani sugli oltre 4000 presenti nel nostro paese».

Le parole di Quattrocchi fanno riferimento al fatto che Aci Catena nei mesi scorsi è stata convocata dalla Corte dei conti, che ha riscontrato «profili di criticità sui rendiconti che vanno dal 2014 al 2016 e sul bilancio di previsione del 2016 al 2018» e ha disposto nei confronti del Comune etneo delle limitazioni di spesa. Presunte irregolarità sui bilanci prodotti durante le passate amministrazioni che hanno costretto l’attuale giunta a stringere la cinghia. In questo senso si scaglia la polemica di Quattrocchi. Che, oltre a sottolineare il numero esiguo di anziani che avrebbero accesso all’iniziativa, esprime perplessità anche sui criteri di partecipazione: «La delibera sarebbe rivolta agli anziani in difficoltà, ma non ci sono specificati i criteri di partecipazione».

Alle parole del consigliere non si è fatta attendere la replica del sindaco Oliveri, che detiene anche la delega del Bilancio. «Quelle di Quattrocchi sono semplici parole di chi vuole fare opposizione – afferma -. Durante le amministrazioni passate si sono spesi centinaia di migliaia di euro per portare gli anziani in crociera. Adesso possiamo sfruttare questa possibilità con una cifra sicuramente irrisoria: se ce la faremo, coinvolgeremo anche degli sponsor per farci finanziare». Le somme rientrano nel bilancio del 2020. 

«Abbiamo tagliato tutto quello che si poteva –confessa Oliveri -. In questa situazione di ristrettezza economica è un modo per fare interloquire i nostri anziani». La Corte dei conti ha ravvisato presunte irregolarità di bilancio negli esercizi che vanno dal 2014 al 2016, che hanno fatto maturare debiti per un totale di 10 milioni di euro. A questi, secondo quando affermato da Oliveri, si aggiungerebbero i debiti prodotti durante le passate amministrazioni. «Abbiamo sistemato dei debiti fuori bilancio e rimodulato gli interessi passivi di due mutui – spiega – Il nostro piano economico è fatto di scadenze che ci siamo imposti per far rientrare l’enorme mole di debiti passati». 

Intanto lunedì sarà discusso il bilancio consuntivo del 2018 e il piano economico pensato dal Comune per ripianare il debito, che si avvicina ai 30 milioni di euro: «Lunedì potremo avere la contezza della situazione debitoria – conclude il primo cittadino –. Se verrà approvato il piano di rientro da parte della Corte dei conti, non saremo in default; al contrario, se dovesse essere respinto si potrebbe parlare di gravissima situazione debitoria».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews