Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Bisceglie 1-1, chi sale e chi scende
Mbende granitico: male Curiale e Di Piazza

Delusione al Massimino: gli etnei non riescono a vincere, facendosi raggiungere beffardamente al 90'. Il centrale segna, sfiora il gol e convince come anche Rizzo. Pagelle giù per il tandem d'attacco che ha il demerito di non chiudere la gara

Giorgio Tosto

Il Catania viene beffato dal Bisceglie e non riesce così ad arpionare il quinto successo consecutivo tra le mura amiche. Sembrava ormai tutto fatto quando al 90' Ebagua, da poco entrato in campo, ha battuto Furlan con un gran colpo di testa. Il vantaggio dei rossazzurri era stato siglato da Mbende, migliore in campo di stasera: bene anche Rizzo e la coppia Biagianti-Marchese, rientrata dopo mesi ed eroicamente in campo fino alla fine. Malissimo, invece, Di Piazza e Curiale

Top

Moise Mbende: Il centrale camerunese si ritaglia una serata di gloria, diventando decisivo anche in attacco. Sfiora il gol al 10' con una gran botta da fuori, quindi sigla la rete del provvisorio 1-0 al 43'. La sua imperiosa zuccata è imprendibile per Casadei. Anche dietro sembra più a suo agio nella difesa a 3 creata da Lucarelli, con Biagianti e Silvestri a completare il reparto. E' un giocatore che pare avere ampi margini di crescita, per fortuna del Catania: lo attendiamo alla prova del nove contro il Bari.

Top

Giuseppe Rizzo: Il numero 18 del Catania prende alla lettera Lucarelli e si cala alla grande nel nuovo spirito battagliero preteso dal tecnico livornese. Un po' impreciso nel primo tempo, il centrocampista diventa addirittura gladiatorio nella ripresa, quando riesce sempre a piombare in anticipo sulle palle vaganti, aggredendo i portatori e facendo un grande movimento sia in fase propositiva che di interdizione. Gli manca un po' di tecnica, per essere decisivo anche in avanti. Se ce l'avesse, probabilmente, non giocherebbe in Lega Pro...

Top

Marco Biagianti e Giovanni Marchese: Sono selezionati in coppia perché entrambi giocano una partita stoica. Il capitano si piazza nel cuore della difesa e, nonostante condizioni fisiche precarie, riesce a gestirsi splendidamente fino alla fine. Il terzino sinistro, catapultato in campo per la febbre che ha colpito Pinto, lo sostituisce alla grande con un match d'esperienza in cui è bravo a saper gestire le poche forze. Finiscono entrambi sulle gambe, ma meritano un voto ben oltre la sufficienza. Il Catania può ripartire anche dai suoi veterani. 

Flop

Matteo Di Piazza: Un pesce fuor d'acqua. Spiace dirlo, ma il numero 9 del Catania oggi non ne ha azzeccata una. Scoordinato nel pressing sui difensori avversari, non riesce mai a trovare la sintonia con i partner d'attacco Mazzarani e Curiale e, soprattutto, cicca tutti i palloni che gli vengono serviti. Nel primo tempo è goffo sul lancio di Lodi, nella ripresa si incarta più e più volte quando si tratta di concludere. Confusionario e impreciso, viene sostituito da Emanuele Catania.

Flop

Davis Curiale: Il numero 11 entra nella ripresa al posto di Mazzarani e riesce addirittura a far peggio. Corre molto ma a vuoto e, soprattutto, spreca in maniera clamorosa la palla che avrebbe consegnato la partita al Catania. E' il minuto 31 della ripresa quando l'attaccante si invola in area e, solo davanti a Casadei, manda la palla incredibilmente a lato. L'errore lo spegne in maniera definitiva: il compito di Lucarelli sarà quello di recuperarlo in tempo utile.

Flop

Andrea Mazzarani: Dopo un inizio di campionato splendido, Mazzarani stavolta fa flop. Il motivo, probabilmente, è da imputare a una posizione inedita, dato che si ritrova a fare la seconda punta nel nuovo 3-5-2 di Lucarelli. Gira un po' a vuoto, non riuscendo mai a trovare la posizione giusta, né tanto meno la giocata decisiva. Esce per far spazio a Curiale senza lasciare il segno. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews