Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Bari, per i rossazzurri è un bivio importante
Lucarelli: «La classifica? Non la dobbiamo guardare»

Oggi alle 15 il Catania è atteso dal primo big-match interno della stagione. La gara è uno snodo fondamentale: non fare risultato vorrebbe dire staccarsi dalle posizioni di testa. Mister Lucarelli: «Niente barzellette: primo posto ormai lontanissimo»

Giorgio Tosto

Foto di: Filippo Galtieri per Calcio Catania Spa Official

Foto di: Filippo Galtieri per Calcio Catania Spa Official

Uno dei pregi di Cristiano Lucarellitornato da poco più di una settimana a essere il tecnico del Catania, è la schiettezza: estrema, alle volte quasi spiazzante. Ieri, nella conferenza stampa precedente alla gara contro il Bari di questo pomeriggio, il mister non ha fatto giri di parole per descrivere l'attuale situazione in campionato. «Non voglio che i giocatori guardino la classifica, non dobbiamo raccontarci barzellette. Il primo posto - ha sentenziato il tecnico toscano - è ormai lontanissimo. Dobbiamo riuscire a piazzarci nel modo migliore ai playoff, arrivandoci al massimo della condizione». La Coppa Italia, quindi, diventa un obiettivo importante: «Quest'anno non si trascura. Non possiamo permetterci di scegliere il piatto dove mangiare».

Una fotografia chiara e nitida dell'attuale situazione in casa Catania. Dopo undici giornate, d'altronde, l'Elefante è decimo a quota 16 punti, col primo posto della Reggina ormai distante nove lunghezze e la corazzata Bari, rivale di giornata, avanti di cinque punti. La corsa è ancora lunga, questo è chiaro: ma bisogna recuperare in fretta smalto e brillantezza, per evitare di impantanarsi in situazioni dalle quali è difficile uscire. La gara con i Galletti, forse, arriva nel momento peggiore, con gli etnei in crisi di risultati e fiducia e con tanti, troppi calciatori infortunati o fuori forma. È in questi frangenti, però, che bisogna provare a tirare fuori il carattere, tentando di sbarrare il passo a uno squadrone costruito per stravincere questo campionato.

Il Bari di Luigi De Laurentiis, figlio di Aurelio, ha vinto di slancio la D ed è approdato in terza serie la scorsa estate con la volontà di compiere subito il doppio salto. Le difficoltà iniziali hanno spinto il club a silurare Giovanni Cornacchini, affidando la panchina a un tecnico pragmatico ed esperto come Vincenzo Vivarini. I risultati si sono visti subito, con i biancorossi reduci da quattro vittorie e due pareggi. La rosa, d'altronde, è di prim'ordine: in attacco gioca l'ex rossazzurro Mirko Antenucci, reduce dagli anni in Serie A con la Spal. Provengono dalla B i centrocampisti Andrea Schiavone e Manuel Scavone, assieme all'ala Tomasz Kupisz. In difesa spicca l'esperienza di Valerio Di Cesare e Alessio Sabbione, con l'ex Parma Pierluigi Frattali in porta. 

Oggi sarà sfida tra moduli a specchio. Sia Lucarelli che Vivarini, infatti, adotteranno il 3-5-2. In casa rossazzurra rientra Jacopo Dall'Oglio, mentre sono ancora fuori causa Andrea Esposito, Davide Di Molfetta, Christian Llama e Vincenzo Sarno. Sarà probabile rivedere capitan Marco Biagianti al centro della difesa, come nel beffardo pareggio di mercoledì contro il Bisceglie: Giovanni Marchese e Giuseppe Pinto, invece, lottano per un posto sulla fascia sinistra. Più degli uomini in campo, però, conterà l'atteggiamento: servirà quindi la compattezza intravista quattro giorni fa e, soprattutto, una maggior cattiveria e convinzione sotto porta. Partire con gli sfavori del pronostico, paradossalmente, potrebbe far bene a una squadra abituata a esaltarsi tra le mura amiche. 

Probabili formazioni:

Catania (3-5-2): Furlan; Mbende, Biagianti, Silvestri; Calapai, Lodi, Welbeck, Rizzo (Dall'Oglio), Marchese (Pinto); Mazzarani, Di Piazza (Curiale). Allenatore: Lucarelli.

Bari (3-5-2): Frattali; Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Kupisz (Berra), Schiavone, Awua, Scavone, Costa; Antenucci, Simeri.  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews