Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Bari 0-0, ecco chi sale e chi scende
Bene Mbende e Furlan. Mazzarani, che errore!

Il Catania pareggia e può recriminare per un primo tempo in cui avrebbe potuto raccogliere di più. Mbende ancora tra i migliori, così come il portiere Furlan. Prestazione negativa per Lodi e Mazzarani: è lui a sbagliare una rete che sembrava fatta

Giorgio Tosto

Un pareggio e qualche rimpianto di troppo. Lo 0-0 casalingo con il Bari, con un pizzico di fortuna e precisione in più, avrebbe potuto trasformarsi in un risultato ben diverso. Nel corso di un primo tempo giocato nettamente meglio, infatti, il Catania divora il vantaggio con Mazzarani e sbatte contro un Frattali super. Molto bene il reparto difensivo, con Mbende sempre più sicuro di sé e il portiere Furlan che torna su livelli di grande affidabilità. Prova insufficiente per Pinto e un Lodi che non riesce più a fare la differenza.

Top

Moise Mbende: Il roccioso centrale camerunese replica la bella partita giocata contro il Bisceglie, mostrando una sicurezza crescente. Questo è frutto anche dei cambiamenti tattici di un Lucarelli che, rispetto a Camplone, pensa a proteggere maggiormente la linea difensiva: l'ex calciatore del Cambuur si trova a suo agio nel reparto arretrato, in compagnia di Biagianti e Silvestri. Riesce sempre ad anticipare gli attaccanti avversari, rendendosi anche protagonista di disimpegni sicuri ed eleganti. Promosso, ancora una volta. 

Top

Jacopo Furlan: La prodezza sul colpo di testa di Awua non vale: l'arbitro aveva infatti bloccato l'azione per un precedente fallo. Quel gesto tecnico, però, è l'emblema di una partita giocata molto bene dall'estremo difensore rossazzurro, capace nel primo tempo di disinnescare con abilità i tentativi di Costa e Simeri e di uscire con tempismo su tutte le palle alte. Non è facile, considerando le non perfette condizioni dell'inzuppato terreno del Massimino. Il Catania ha ritrovato il suo portiere.

Top

Matteo Di Piazza: Il numero 9 etneo lotta, sbuffa e corre, facendo reparto praticamente da solo. L'impianto di gioco difensivo voluto da Lucarelli finisce per penalizzarlo: nonostante tutto lui, nel primo tempo, riesce a concludere verso la porta chiamando Frattali alla parata. Una sua conclusione rimpallata dalla difesa, poi, mette in condizione Mazzarani di concludere a porta vuota: l'errore del compagno è incredibile. Gara di sacrificio ma positiva per lui. 

Flop

Andrea Mazzarani: Il numero 32 del Catania, protagonista in positivo di tante partite in questo inizio di stagione, incappa in una prestazione infelice. Emblematico della sua gara insufficiente è l'errore a metà primo tempo, quando non riesce ad appoggiare in rete a porta sguarnita una palla facilissima. Da lì si perde in maniera definitiva, non riuscendo mai a trovare il feeling col compagno di reparto Di Piazza e commettendo molti errori. Nella ripresa gli viene annullato un gol per fuorigioco: il giudizio non cambia. 

Flop

Francesco Lodi: Il vice-capitano rossazzurro attraversa un momento difficile. Su calcio di punizione esalta i riflessi di Frattali nel primo tempo, ma sbaglia molti appoggi e, come sempre, va in difficoltà. Il dinamismo non è sicuramente il suo punto forte, soprattutto ora che la carta d'identità è ingiallita. Non è un caso che Lucarelli lo sostituisca dopo un'oretta di gioco. 

Flop

Giovanni Pinto: Prestazione insufficiente anche per l'esterno sinistro ex Parma. Il calciatore si approccia bene alla gara, con buoni spunti sulla sinistra e un dialogo costante con la mezzala Dall'Oglio. Alla distanza però il calciatore cala in maniera vistosa e finisce per annebbiarsi. Sono tanti gli appoggi e i cross errati: anche a livello difensivo soffre il crescente dinamismo di Berra. Da rivedere.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews