Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Niscemi, Comune e cittadini contro il Muos
Attivisti: «Blocchi stradali con ogni mezzo»

Una grande gru lunga venti metri dovrebbe arrivare a Niscemi lunedì con un mezzo speciale. Servirà per «installare le tre parabole militari e i comitati di tutta la Sicilia bloccheranno la strada», spiega l'attivista Andrea D'Alessandro. Anche l'amministrazione comunale della città nissena ha preso posizione contro l'impianto Usa, con una delibera per impedire il passaggio dei mezzi speciali dalle strade del paese. Seguita dalla vicina Caltagirone. «Ma l'ultima parola spetta al prefetto»

Leandro Perrotta

«Bloccheremo la strada in ogni modo, anche simulando finti incidenti stradali. Stiamo anche cercando un pecoraio per far stazionare il suo gregge sulla strada che porta alla base Usa». Lo dichiara Andrea D'Alessandro, membro del comitato No-Muos di Niscemi. In questi giorni c'è un continuo via vai di camion nei dintorni della cittadina in provincia di Caltanissetta: sono tutti diretti nel cantiere in cui è in costruzione il mega impianto di comunicazione dell'esercito degli Stati Uniti. I lavori sono già ad una fase avanzata e i camion contengono i materiali e le apparecchiature necessari all'installazione delle tre enormi antenne paraboliche che dell'impianto militare costituiranno il nucleo centrale. Ma i cittadini e l'amministrazione cittadina protestano.

«Oggi, insieme ad un'altra trentina di attivisti, abbiamo bloccato tre camion diretti verso la base americana» spiega Andrea, che si prepara a un grande blocco stradale per lunedì, giorno in cui è previsto il trasporto di una grande gru, larga quattro metri e lunga venti. «Ci sono solo due strade per far accedere i mezzi speciali di queste dimensioni e verranno dai comitati No-Muos di Modica, Ragusa Caltagirone, Catania e tutta la Sicilia a darci una mano per non far passare il mezzo». Il presidio da un paio di giorni sorveglia la strada che porta alla riserva naturale Sugherata di Niscemi, ad appena un paio di chilometri dal centro abitato. E, sottolinea D'Alessandro «pur se c'è una delibera del Consiglio comunale che impedisce il passaggio dell'enorme gru attraverso le strade del paese, la decisione finale spetta al prefetto». Il voto dell'assemblea cittadina è avvenuto un paio di giorni fa e lo stesso sindaco di Niscemi, Francesco la Rosa (Api ed Mps), ha partecipato ai presidi. «Proprio questo pomeriggio, in un colloquio, il sindaco mi ha riferito che ha ottemperato a tutti gli atti amministrativi necessari per evitare il passaggio. Ma l'unica speranza che resta per impedire al prefetto di consentire l'arrivo della gru è la motivazione d'ordine pubblico, a cui noi ora puntiamo» conclude l'attivista.

Una vicenda, quella dell'installazione del Muos, che in questi giorni viene dibattuta anche all'interno del Consiglio comunale di Caltagirone, dove otto consiglieri hanno chiesto di convocare un'assemblea straordinaria per «impegnare il sindaco a non concedere i permessi di attraversamento del territorio di Caltagirone». Esattamente come successo a Niscemi. E il sindaco calatino Nicola Bonanno sembra intenzionato ad accogliere la richiesta. In una nota stampa ha ribadito la sua «netta contrarietà al Muos» e il sostegno a «ogni utile iniziativa al rispetto del diritto alla salute degli abitanti di questo territorio e dell'ambiente».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews