Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Comune, approvato il rendiconto 2011
Via libera dopo le tre bocciature dei revisori

Cinque mesi, quattro pareri dei revisori dei conti, uno della Corte dei conti e l'ammissione di un disavanzo da 140 milioni di euro. Questo il difficile iter che ha portato ieri sera al voto positivo del Consiglio comunale sul Bilancio consuntivo 2011. Cambio all'interno del collegio dei revisori dei conti. Entro il 30 novembre si dovrà votare il bilancio di previsione 2012. E intanto continuano le indagini sui conti di palazzo degli Elefanti

Leandro Perrotta

Ci sono voluti cinque mesi, quattro pareri dei revisori contabili, una delibera,  una ulteriore indagine della Corte dei conti e una decina di affollate assemblee cittadine. Ieri sera, ad appena quattro giorni dalla scadenza del 30 novembre, il bilancio consuntivo 2011 è stato finalmente approvato dal Consiglio comunale di Catania, con quindici voti favorevoli, cinque contrari e sei astenuti. Fondamentale per il voto la presentazione di un parere finalmente positivo da parte dei revisori contabili comunali, il quarto dopo ben tre pareri negativi degli scorsi mesi. Un documento che accoglie positivamente il maxi-emendamento che certifica un disavanzo di 140 milioni di euro presentato dall'amministrazione il 13 novembre scorso, nel quale venivano stralciati dal bilancio centinaia di crediti ormai difficilmente esigibili da parte del Comune di Catania.

Il parere è stato firmato solo da due dei tre revisori, ovvero il presidente Natale Strano e il commercialista Massimiliano Lo Certo, ed è arrivato in extremis: il collegio dei revisori era in scadenza - dopo tre anni e una proroga già concessa di 45 giorni - proprio ieri sera. Il Consiglio, conclusa la delicata pratica del bilancio, ha provveduto all'elezione dei nuovi revisori contabili, riconfermando Strano e  Lo Certo, ma non l'assente Calogero Cittadino, il cui posto all'interno dell'organo di controllo verrà preso dal ragioniere neoeletto Fabio Sciuto. Adesso, scongiurato il rischio dell'insediamento del commissario per il rendiconto 2011, e con l'elezione dei nuovi revisori contabili, l'amministrazione comunale potrà procedere con la presentazione del bilancio di previsione 2012, anche questo con scadenza 30 novembre. E sperare che la Corte dei conti accolga la richiesta di accesso alla dilazione quinquennale dei pagamenti per il riequilibrio di Bilancio.

Iniziata con oltre un'ora di ritardo, la seduta dell'assemblea cittadina è stata informata dal presidente Marco Consoli di nuove indagini della Procura della Repubblica relative al bilancio consuntivo 2011. Il sostituto procuratore Alessandra Chiavegatti avrebbe infatti convocato i revisori contabili per chiarimenti sull'atto presentato dall'amministrazione comunale che fino a quel momento aveva incassato i tre pareri sfavorevoli da parte dei revisori. Revisori che proprio a inizio seduta hanno consegnato il nuovo parere positivo relativo al  rendiconto 2011, redatto a seguito di un altro documento, questo non vincolante, emesso dall'avvocatura comunale che ha dato il via libera alla possibilità di inserire nel bilancio di previsione 2012 il debito da 22 milioni di euro contratto con la Fasano costruzioni srl dall'amministrazione comunale nel 2011 a seguito della sentenza negativa in un contenzioso su due palazzi di edilizia popolare a Librino. Un parere fatto proprio anche dai revisori che nel proprio documento hanno ricopiato ampi stralci di quanto dichiarato dai legali del Comune.

La seduta è proseguita con i soli consiglieri Saro D'Agata (Pd), Francesco Montemagno e Puccio La Rosa (Intesa per Catania) che hanno dichiarato voto contrario alla delibera sul bilancio, mentre Manfredi Zammataro (La Destra) ha informato dell'astensione del proprio gruppo fino al voto, arrivato intorno alle 22.40 senza particolari sorprese. Più delicata la parte successiva, relativa alla nomina dei nuovi revisori contabili. «Senza revisori non si potrà fare nessun atto, compreso il bilancio di previsione 2012», spiegava ai consiglieri il vicesindaco e assessore al Bilancio Roberto Bonaccorsi. Consiglieri che, da un orientamento iniziale di riconferma degli attuali incarichi, hanno poi diviso le preferenze in due gruppi. Il primo, con riferimento il capogruppo Pd Saro D'Agata, caldeggiava la rielezione di Cittadino. Il secondo, con riferimento al capogruppo di Famiglia lavoro e solidarietà Salvo Di Salvo ha portato invece alla elezione di Fabio Sciuto per un solo voto di vantaggio (sette voti a sei). Nessun dubbio invece per le riconferme del revisore contabile Strano (dieci voti) quale presidente, e di Massimiliano Lo Certo (sei voti) quale componente commercialista.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×