Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Abbattuti alberi cariati. «Sempre meno verde in città»
Cantarella: «Per miracolo si è evitato un altro morto»

Da piazza Verga a Corso Italia, da via della Costituzione alla villa Bellini. Sono alcune aree in cui è avvenuta la potatura criticata da molti cittadini: «Catania rischia di diventare una landa di cemento». L'assessore spiega i motivi dell'abbattimento. Guarda le foto

Giorgia Lodato

«Sempre meno verde a Catania». «Si rischia di fare della città una landa di cemento». Non è tardata ad arrivare sui social la risposta dei cittadini all'abbattimento degli alberi che sta interessando, in questi giorni, diverse zone di Catania. Da piazza Verga Corso Italia e da via della Costituzione alla villa Bellini. Sono queste alcune delle aree in cui è avvenuta la potatura avviata dal Comune, che ha suscitato malcontento tra i catanesi.

«Gli alberi sono malati, ogni albero viene studiato da tecnici che effettuano esami specifici e che hanno individuato una carie interna che li sta divorando», risponde a MeridioNews l’assessore all’Ambiente Fabio Cantarella. I problemi sono stati riscontrati soprattutto sui platani, in cui è presente un fungo dannoso per la pianta, e sulle palme ancora colpite dal punteruolo. Tra le vittime dell'abbattimento, inoltre, si conta anche qualche pino.

«Abbiamo a cuore il verde della città ma anche la salute e la sicurezza dei cittadini - aggiunge Cantarella - Qualche giorno fa, è crollato un albero in via della Costituzione e non c’è stato il morto per miracolo. Diversi anni fa, una donna è morta in piazza Cutelli a causa della caduta di una palma, inoltre due persone sono state ferite alla villa Bellini e una in piazza Santa Maria di Gesù».

Questa volta, il Comune ha deciso di prevenire per evitare altri incidenti. Alcuni tecnici esterni e i componenti della consulta del verde istituita dal regolamento del verde sono stati chiamati in causa per esaminare i 16mila esemplari presenti in città. «I tecnici fanno esami accurati di trazione sugli alberi e usano un ago molto sottile per vedere se è presente un parassita che divora il fusto - spiega l'assessore - In quel caso, siamo costretti a tagliare perché il parassita continua ad agire indebolendo il tronco finché, al primo colpo di vento importante, l’albero rischia di crollare».

L’intervento è cominciato nelle zone più frequentate, nei luoghi dove si va a passeggiare e a correre, e dove i bambini vanno a giocare. Adesso, si proseguirà con il controllo di tutta la città. «Stiamo provvedendo alla sostituzione degli alberi - chiarisce Cantarella - e abbiamo un progetto di forestazione urbana per cui Legambiente è stata anche premiata: Cento alberi per Catania. Circa 150 alberi sono stati piantati nel 2019 e c'è in programma di sistemarne in città altri 450 nel 2020».

I platani verranno sostituiti con altri platani, mentre al posto delle palme si sta cercando una pianta più resistente. In programma, c'è anche la bonifica dei terreni e dei giardini  in cui gli alberi verranno piantati, a cominciare dalla villa Bellini, per disinfestare da questo parassita. Ogni anno, inoltre, verranno effettuati controlli sui nuovi alberi. «Siamo stati la prima amministrazione a fare approvare in Consiglio comunale il regolamento per la cura del verde pubblico e privato, che prevede la consulta con associazioni ambientaliste a cui chiediamo pareri e con cui ci confrontiamo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews