Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Palazzo di cemento, altre proroghe per lavori e penali
L'assessore: «Sarà il regalo di Natale per 96 famiglie»

Giuseppe Arcidiacono assicura di avere «imposto alla ditta la scadenza per il mese di novembre». Di rinvio in rinvio, gli assegnatari degli alloggi di viale Moncada a Librino dovranno aspettare almeno la fine dell'anno

Marta Silvestre

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Di proroga in proroga, c'è chi non ha perso (ancora) la speranza che il cantiere del palazzo di cemento venga definitivamente chiuso entro la fine dell'anno. «I lavori sono stati quasi del tutto ultimati», dice a MeridioNews l'assessore ai Lavori pubblici Pippo Arcidiacono. Nell'ultima delle timeline, la consegna dei lavori era stata fissata per il 30 ottobre. L'ennesima proroga, dopo le «scadenze perentorie» sistematicamente non rispettate di fine luglio e di fine settembre. Anche delle penali intimate non c'è stata alcuna traccia. Rinvio dopo rinvio, ora si è arrivati alla fine dell'anno. Il secondo di ritardo rispetto al cronoprogramma iniziale. 

«Abbiamo imposto alla ditta la scadenza a novembre, altrimenti - ripete l'assessore - scatteranno le penali. Mi auguro stiano lavorando in maniera celere. Dopo la consegna dei lavori - mette le mani avanti - ci vorranno ancora i tempi tecnici per le questioni legate al catasto e ad altre verifiche burocratiche indispensabili. Tutto considerato spero di potere fare un regalo di Natale alle 96 famiglie in attesa degli alloggi». Le graduatorie dei futuri inquilini dell'immobile al civico numero 3 di viale Moncada, infatti, sono già pronte e ufficiali da tempo. 

Dopo il ritrovamento nei vani ascensore e nei piani alti di arsenali di armi e ordigni e il blocco dovuto allo sciopero dei lavoratori per i mancati pagamenti, il motivo della lentezza degli interventi di recupero e risanamento è stato l'insufficienza di manodopera impiegata dalla ditta che si è aggiudicata l'appalto, la Salvatore Coco con sede a Paternò.

La torre di cemento, con i suoi 52 metri d'altezza per 16 piani, è stata realizzata nel 1981 dall'imprenditore Francesco Finocchiaro, ritenuto uno dei quattro cavalieri dell'apocalisse mafiosa da Pippo Fava, il giornalista ucciso dalla mafia nel 1984. Negli anni è passata dall'essere un simbolo del degrado come centrale dello spaccio in mano alla famiglia mafiosa degli Arena - che adesso ha spostato i traffici nell'edificio di fronte - ad auspicato emblema della legalità del quartiere dormitorio della periferia sud-est della città. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews