Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Sicula Leonzio 2-1: chi sale e chi scende
Anche Biondi convince. Curiale e Lodi insufficienti

Le pagelle di una vittoria che arriva dopo tre turni. Superata in rimonta una Sicula Leonzio coriacea e battagliera. I cambi di Lucarelli nella ripresa sono stati decisivi soprattutto per cambiare un centrocampo che, fino ad allora, era in difficoltà

Giorgio Tosto

Il Catania acciuffa una vittoria sofferta ma fondamentale, battendo in rimonta la Sicula Leonzio. Gli ospiti passano subito in vantaggio grazie a Palermo e hanno vita facile contro una squadra ingessata. Lucarelli nella ripresa cambia lo spartito, inserendo gli uomini che cambiano la gara: Mazzarani è sontuoso e, assieme a Di Molfetta, riesce a spaccare in due la difesa ospite. Curiale e Lodi sono invece i peggiori: l'attaccante è avulso dalla gara, il numero 10 è lento e abulico.

Top

Andrea Mazzarani: La palma di man of the match gli spetta di diritto. Il numero 32 entra soltanto al minuto tredici della ripresa al posto di un Lodi fischiato, ma fa comunque in tempo a lasciare il suo indelebile marchio sulla gara. Bravo a trovarsi nel posto giusto al momento giusto in occasione del vantaggio, sparando in rete sotto porta una deviazione fortuita su palla proveniente da angolo. Quindi, lancia Di Piazza che spreca in contropiede una grande occasione. Spreca anche il possibile vantaggio con una bella conclusione alta di poco: per concludere in bellezza, si rende utile anche nel finale con ripiegamenti difensivi fondamentali. 

Top 

Davide Di Molfetta: Si tratta di un altro ingresso di fondamentale importanza per il risultato finale. Schierato da Lucarelli sulla destra nel nuovo tridente con Catania e Di Piazza, il numero 8 si fa subito notare e diventa una costante spina nel fianco della difesa avversaria, mettendo in crisi l'ex di turno Parisi. L'ex Piacenza fa la differenza in contropiede, allungando la squadra e dando quella profondità di cui il Catania aveva un gran bisogno. I suoi cross tagliati sono pericolosi, ma non trovano mai all'appuntamento i compagni: dopo l'infortunio, Lucarelli ritrova un calciatore preziosissimo. 

Top

Kevin Biondi: Il giovane jolly rossazzurro, classe 1999, entra al posto dell'acciaccato Calapai mostrando subito di essere in forma. La sua è una prova di qualità e quantità: corre a perdifiato sulla corsia di destra, riuscendo a dare sostegno anche agli attaccanti. Una sua conclusione, a inizio ripresa, costringe Polverino al grande intervento. Quindi è bravo a contenere Grillo in fase difensiva, mostrando una grande maturità anche nella gestione delle situazioni più complicate. Lucarelli può seriamente pensare di lanciarlo dal 1' in campo. 

Flop

Francesco Lodi: Una prova pessima per il numero 10 rossazzurro, l'ennesima quest'anno. Il problema è sempre quello: non si può schierare un calciatore dal glorioso passato e dal grande piede sinistro, se non riesce più a garantire i giusti standard di mobilità e lucidità nelle giocate. La sua partita è un'apnea costante, costellata da banali errori in fase d'appoggio e da un nervosismo crescente: viene sostituito da Mazzarani, l'uomo che cambia la partita. Non è un caso. 

Flop

Davis Curiale: L'attaccante del Catania è entrato in una spirale involutiva della quale non si riesce neanche a intravedere la fine. Lucarelli lo manda in campo per il riscatto, personale e di squadra. Davis, però, non coglie l'occasione, girovagando per il campo senza costrutto e non riuscendo mai a rendersi pericoloso. A inizio ripresa, addirittura, riesce involontariamente a disinnescare davanti la porta una bella conclusione del compagno di squadra Biondi. Questo l'ultimo suo disastro, prima dell'uscita tra i fischi assordanti del pubblico. 

Flop

Giovanni Pinto: Il terzino sinistro ex Parma conferma le grandi difficoltà attraversate quest'anno. In fase difensiva soffre maledettamente le incursioni di De Rossi e Vitale, risultando insufficiente anche per quanto riguarda spinta e propositività. A questo bisogna anche aggiungere dei limiti tecnici che vanno via via emergendo nel corso della stagione. A gennaio, molto probabilmente, sarà necessario intervenire in un ruolo che ha come unica alternativa l'attempato Marchese. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews