Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

I pescatori sbarrano il porto per fermare i curiosi
A S. Maria La Scala è vivo il ricordo della tragedia

Un muro di barche per fermare i gitanti delle mareggiate. In tanti si recano ancora nel porticciolo del borgo acese, attratti dal mare in tempesta. Ma le autorità e gli abitanti del posto sembrano determinati a evitare nuovi drammi

Carmelo Lombardo

Il cattivo meteo che in questi giorni stanno interessando la Sicilia hanno spinto la Protezione civile regionale a diramare l’allerta rossa per tutta la parte orientale dell’Isola. I rischi maggiori toccano le città e i borghi vicini al mare come Santa Maria la Scala, frazione di Acireale. Ieri, quando vento e pioggia imperversavano, i pescatori hanno scelto di chiudere l’accesso al molo usando le proprie barche come barriera. Un modo per impedire di farsi troppo avanti agli avventori che, in auto o a piedi, vengono attratti dallo spettacolo del mare in tempesta. Questo perché il ricordo del tragico pomeriggio del 24 febbraio scorso è ancora vivoUna forte mareggiata risucchiò allora Enrico Cordella, Lorenzo D’Agata e Margherita Quattrocchi, quella domenica assiepati sul piccolo molo della frazione.

In quell’occasione l'ingresso al porticciolo era libero. Gli sforzi di pescatori, volontari e vigili del fuoco non bastarono a riportare in salvo i tre giovani. Eppure oggi, nonostante quel dramma, il molo si riempie spesso di passanti durante le perturbazioni. A mostrarlo anche il sindaco di Acireale Stefano Alì su Facebook, immortalando le barche posizionate sul molo. «Se andiamo sul molo in un giorno qualsiasi possiamo vedere che ci sono ancora le macchine», conferma a MeridioNews. E preannuncia come  il Comune stia provvedendo a risolvere la questione: «Abbiamo già a disposizione 190mila euro provenienti dal Gac (Gruppo di azione costiera) e vorremmo investirli nelle sbarre che vietino l’accesso anche mediante rilevamento della targa».

Poi, sulla questione, si è espresso anche il parroco del borgo Francesco Mazzoli, secondo cui le barriere non bastano: «I pedoni continuerebbero a oltrepassarle mentre, secondo me, assieme alla sbarra sarebbe utile un pannello con i colori semaforici che indichino i diversi stadi di pericolo». Mazzoli loda gli abitanti della frazione: «I pescatori, come sempre, sono illuminati da buon senso e la notte, quando c’è brutto tempo, piazzano le barche davanti al molo così da non far ripetere il 24 febbraio – commenta - anche perché la tragedia ha avuto una risonanza solo acese: chi viene da fuori magari non sa quello che è successo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews