Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Casertana 1-1, chi sale e chi scende
Biondi lieta sorpresa. Lodi? Prova indolente

Etnei al terzo pareggio casalingo in stagione, non riuscendo a superare una squadra costantemente sulla difensiva. Il giovane Kevin Biondi continua a convincere, giocando con personalità da veterano: l'ingresso di Lodi, invece, è pessimo

Giorgio Tosto

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Un punto che rappresenta poco più di un brodino caldo. Il Catania smuove la classifica, continuando però a rimanere ai margini della zona playoff: nell'1-1 contro la Casertana fa ancora una volta bella figura Kevin Biondi, da lodare per impegno e personalità. I cambi, stavolta, tradiscono Lucarelli: Lodi e Di Molfetta, subentranti nella ripresa, lasciano il segno solo in negativo.

Top

Kevin Biondi: Il numero 21 etneo si dimostra ancora uno dei calciatori migliori. Così come nella tribolata trasferta di Catanzaro, anche nel deserto del Massimino il ragazzino etneo dimostra di scendere in campo con sicurezza e senza mostrare alcun tipo di timore reverenziale. Affronta col giusto piglio un cliente difficile come Antonio Zito e ci riesce, contenendolo sempre in maniera pulita e senza commettere falli. Bravo anche in fase propositiva, dove cerca di assistere i compagni con progressioni e spunti sempre interessanti. È una delle sorprese più belle di questo campionato tribolato.

Top

Davis Curiale: Il numero 11 etneo dimostra di attraversare un momento di crescita lento, ma comunque costante. Dopo aver segnato in Coppa Italia di C contro la Sicula Leonzio, infatti, arriva la conferma contro la Casertana. Passa il primo tempo a battagliare contro il trio di difensori casertani, mostrando anche qualche segno di nervosismo. Nella ripresa, poi, ha il merito di farsi subito trovare nel posto giusto al momento giusto, ribattendo in rete una respinta i Caldore. Il Catania ha bisogno di ritrovarlo il prima possibile al 100 per cento.

Top

Andrea Mazzarani: Partita più che sufficiente per il numero 32 che parte accanto a Curiale in attacco, cercando di ricucire i reparti col suo movimento costante. Nel primo tempo prova ad assistere al meglio Curiale, non trovando fortuna. Nella ripresa ha il merito di procurarsi e battere la punizione dalla quale poi scaturisce la rete del pareggio. Lucarelli lo sostituisce e lui sembra non prenderla benissimo: un segnale di come il calciatore voglia fare ancora di più per la causa. 

Flop

Francesco Lodi: Gioca soltanto un quarto d'ora, ma fa ampiamente in tempo a guadagnarsi la palma di peggiore in campo. Irritante il suo atteggiamento, con una infinità di appoggi sbagliati che hanno causato anche  due pericolose ripartenze degli ospiti. Si tratta di un giocatore che, al momento, non sembra esser utile alla causa. Spetterà a Lucarelli se e in che misura il vice-capitano sia recuperabile. 

Flop

Jacopo Dall'Oglio: Tante, troppe imprecisioni in campo per l'ex calciatore del Brescia. Inizia bene la gara, mettendo corsa e agonismo al servizio della squadra. Man mano, però, perde lucidità, finendo per sbagliare una miriade di appoggi. Da lui  ci si attende sempre qualcosa di più, data la sua esperienza ad alti livelli. Anche lui è un calciatore da recuperare appieno.

Flop

Davide Di Molfetta: Il numero 8 del Catania gioca soltanto il quarto d'ora conclusivo, deludendo però in maniera inattesa. Lucarelli, infatti, lo mette in campo per cercare di vincere la partita, grazie alle sue qualità in fase offensiva. L'ex Milan, però, finisce per isolarsi sulla fascia sinistra e incartarsi di continuo, senza trovare mai lo spunto tanto meno  in fase di assistenza alle punte, né tanto meno in fase conclusiva. Partita insufficiente. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews