Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scontro tra il sindaco Pogliese e il Calcio Catania
«Aiutarci? La sua è un'uscita ruffiana e politica»

Dopo il pareggio a porte chiuse il primo cittadino ha pubblicato un post su Facebook in cui annuncia porte aperte in Comune per la società di calcio. Poco dopo una durissima nota di replica: «Il suo sembra l'appello a un'azienda fallita»

Redazione

Il botta e risposta si consuma a stretto giro subito dopo il pareggio interno contro la Casertana. Una partita senza sussulti con il Catania in difficoltà, costretto a rincorrere gli ospiti in uno stadio deserto per la mancanza del numero adeguato di steward. Particolare che sabato aveva imposto alla prefettura lo stop all'apertura dei cancelli per il pubblico. E così a rimanere a casa è stato anche il sindaco di Catania Salvo Pogliese, tifoso rossazzurro e abbonato affezionato in tribuna B

«Il clima del Massimino è una penalizzazione inaccettabile - scrive Pogliese sulla sua pagina Facebook - Le evidenti difficoltà societarie non possono condizionare oltremodo l’andamento di una stagione che tutti speravamo fosse quella della svolta, dopo anni di tribolazioni e delusioni». E se il passato recente è stato avaro di gioie per i tifosi, il futuro non sembra promettere i palcoscenici della gloriose stagioni in serie A. Pogliese, senza giri di parole, chiede «chiarezza» senza disdegnare una velata frecciata all'amministratore delegato Pietro Lo Monaco: «Il Catania è un patrimonio che prima ancora che alla proprietà e all’amministratore delegato, appartiene ai tifosi, ai simpatizzanti, agli sportivi, in una parola alla città di Catania. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, avviando un percorso di confronto con gli organi societari». 

Il messaggio del sindaco si conclude annunciando porte aperte in municipio «senza inutili arroccamenti di principio, per non soccombere alla tentazione dell’indifferenza». Poco dopo il post Facebook del sindaco è arrivata la dura replica del Catania con una lunga nota, pubblicata sul sito ufficiale della società. Toni decisi e una sequenza di frecciate: «Si prende atto dell’uscita politica del sindaco e fin da ora dà la propria disponibilità a qualsiasi incontro». 

Subito dopo il Catania mette nero su bianco quanto speso negli ultimi anni per usufruire dello stadio Angelo Massimino, impianto di proprietà di Palazzo degli elefanti: «Abbiamo versato al Comune circa 180mila euro annui per la pubblicità e l’affitto del campo, ai quali vanno aggiunti 90mila euro per la cura del manto erboso e 40mila euro per la pulizia e il gasolio: nell’arco di un triennio, abbiamo speso quindi circa 930mila euro per aprire le porte dello stadio».

Il livello del confronto è teso, nonostante i toni apparentemente cordiali, e il Catania bolla come «un po' ruffiana» la presa di posizione del sindaco. «Il suo sembra più un appello indirizzato a un’azienda fallita - conclude la nota - il Calcio Catania non lo è, i dipendenti continuano ad andare al lavoro e chi ha la responsabilità della conduzione continua ad assumerla».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews