Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Quando il cibo diventa uno strumento educativo
È partito a Catania il progetto Cultura che nutre 

La scorsa settimana la presentazione del progetto al Comitato Antico corso, partner dell'iniziativa insieme a Libera e Cege (Comunità educativa gastronomica etnea). «Attraverso il cibo ragazzi hanno la loro rivalsa», spiega Vincenzo Torrisi, promotore dell'iniziativa

Giorgia Lodato

Incontrarsi a tavola per costruire un’alleanza che abbia radici nella bellezza, nella giustizia e nel buon cibo, che diventa strumento educativo per le giovani generazioni. È questa la missione del progetto Cultura che nutre, inaugurato la scorsa settimana nella sede del comitato popolare Antico corso.

L’evento è stato voluto e organizzato da Cege - Comunità educativa gastronomica etnea associata a Slow food -, dall’associazione Libera e dal comitato Antico corso per presentare attraverso la degustazione di prodotti tipici la prima comunità educativa siciliana, nata lo scorso maggio quasi per gioco, dopo varie sollecitazioni degli studenti di Vincenzo Torrisi, biologo e insegnante, che nel giro di qualche mese ha reso le proposte una realtà.

«Otto ragazzi hanno cucinato spiegando agli ospiti cosa stavano preparando e come – racconta a MeridioNews – Sono ragazzi che vivono una situazione di dispersione scolastica o un disagio socio-culturale e tramite questo sistema riemergono dal loro stato di torpore e si danno da fare, impegnandosi in un progetto in cui credono».

«Il nostro principio – continua - è utilizzare il cibo come veicolo educativo e siamo riusciti a mettere insieme più persone provenienti da diversi ambiti socio-culturali, circa quaranta, per far conoscere al mondo esterno il fatto che a Catania c’è qualcuno che crede nel cibo come strumento educativo».

E sono proprio i ragazzi il fulcro del progetto, che fuoriescono dalle situazioni di disagio in cui vivono per avere, attraverso il cibo, un momento di rivalsa. Ma anche per avere la possibilità di fare comunità e vivere una situazione conviviale. «Abbiamo ricreato l’atmosfera che si respirava durante i pranzi di famiglia, quando la nonna invitava tutti la domenica, cugini, zii, nipoti». Ed è stato proprio questo aspetto intimo dell’iniziativa a essere apprezzato dalla maggior parte degli invitati, che hanno assaggiato pasta fresca preparata tutti insieme usando grani autoctoni, formaggi e prodotti tipici, dolci. In un contesto rigorosamente plastic free, con posate di acciaio e piatti di ceramica.

«È un progetto in divenire – sottolinea Vincenzo Torrisi - non ci sono ancora eventi in programma ma siamo aperti a nuove collaborazioni con le realtà del territorio. Non siamo un ristorante né un catering, siamo un gruppo di persone che ama coccolarsi a tavola e mettere insieme dei volti che non si conoscono, ma che di fronte a un buon piatto diventano subito amici».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews