Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Pogliese aggiunge due assessori alla sua giunta
Entrano l'avvocato Trantino e il 33enne Cristaldi

Sala gremita per il giuramento dei due nuovi esponenti della giunta cittadina. Il noto legale entra in quota Diventerà bellissima mentre l'imprenditore, candidato non eletto in Consiglio comunale con l'Udc, arriva sotto la spinta di Forza Italia

Dario De Luca

«Otto assessori per una città come Catania erano sinceramente pochi». Il sindaco Salvo Pogliese comincia con queste parole la conferenza stampa che sancisce l'insediamento di due nuove pedine nella sua giunta. Passaggio reso possibile grazie a una recente modifica delle legge regionale. I nomi, l'avvocato Enrico Trantino e l'imprenditore 33enne Michele Cristaldi, giravano tra i corridoi di Palazzo degli elefanti, e anche sulle pagine di questa testata, ormai da settimane. Nessuna sorpresa insomma. Il primo a giurare, davanti al resto della squadra di governo, è proprio il noto legale etneo con un passato recente da presidente della Camera penale. Ex consigliere comunale dal 1988 al 1993, Trantino è un volto storico della destra ai piedi dell'Etna. Oggi espressione del movimento politico Diventerà bellissima che fa capo al presidente della Regione Nello Musumeci e al suo braccio destro, l'assessore regionale Ruggero Razza

A Trantino il sindaco Pogliese ha affidato le deleghe ad Arredo urbano, Rapporti con l'Università e Lavori pubblici. Assessorato, quest'ultimo, che passa da Pippo Arcidiacono a cui il primo cittadino ha ceduto la delega alle Manutenzioni. «Con Enrico - spiega Pogliese - ci conosciamo dal 1986, cioè da quanto ho cominciato a fare politica». Determinante per l'ingresso in giunta il ruolo svolto proprio dal duo Razza-Musumeci. A confermarlo, oltre a Pogliese, è lo stesso Trantino. «Ho ricevuto la chiamata di Musumeci e mi sono detto "Ok, andiamo avanti in questa strada"», spiega ai giornalisti a margine del giuramento. Il noto penalista prosegue così la tradizione di famiglia in politica, che ha nel padre Enzo il suo più alto rappresentante con nove legislatura da parlamentare della Repubblica

Trantino junior però, almeno per il momento, non sarà vicesindaco. Ruolo che rimane all'attuale numero due Roberto Bonaccorsi. L'ipotesi avvicendamento era arrivata sul piatto, e non è ancora smentita, in virtù del processo in cui è imputato proprio il sindaco che, nell'ipotesi di condanna di primo grado come chiesto dalla procura di Palermo, potrebbe essere sospeso per 18 mesi

Conferma in giunta anche per l'imprenditore Michele Cristaldi. Candidato, non eletto, al Consiglio comunale con la lista dell'Udc. Amico personale dell'assessore Alessandro Porto, Cristaldi oggi è espressione del gruppo consiliare di Forza Italia. Questa mattina al gran completo al Palazzo di città per salutare l'ingresso di un proprio esponente in giunta. A Cristaldi il sindaco ha passato la delega al Personale, alla quale si aggiungono quelle al Centro storico, Periferie e Tutela degli animali. Il nuovo assessore attualmente ricopre l'incarico di vicepresidente del Movimento cristiano lavoratori. «Sono un giovane che entra in questa squadra - spiega ai giornalisti - perché da troppo tempo la politica rimane sorda alle richieste di rinnovamento. I primi impegni? Prima di prenderne qualcuno voglio studiare».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews