Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Forza Italia a Catania mette in piedi i direttivi
Falcone commissario ed entrano i consiglieri

L'inaugurazione della nuova sede del partito è stata l'occasione per presentare i due organismi che dovrebbero dirigere le file forziste nel capoluogo etneo. A fianco dell'assessore regionale anche Giuseppe Castiglione e Pino Firrarello

Luisa Santangelo

Due direttivi, quello cittadino e quello provinciale, per mantenere la promessa fatta all'indomani della creazione del gruppo consiliare di Forza Italia al Comune di Catania: il partito è vivo e si è ripreso dalla dipartita di Salvo Pogliese e dei suoi. Una diaspora che certo ha reso anemica la compagine forzista nel capoluogo etneo, che adesso corre ai ripari e si ricompatta. Così stamattina, all'inaugurazione della nuova sede e alla presentazione dei nomi, c'erano tutti i nomi che contano: al centro l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, attorno il deputato Ars Alfio Papale, l'ex sottosegretario all'Agricoltura Giuseppe Castiglione, suo suocero l'ex senatore Pino Firrarello, l'ex parlamentare regionale Nino D'Asero.

Molti dei nomi dei due direttivi sono noti ai cittadini. Oltre a Falcone, che li capeggia entrambi in qualità di commissario, nel nucleo di Catania città spuntano il pluricandidato Elio Tagliaferro e Antonio Villardita, rampante promessa della gioventù forzista. C'è poi Michele Cristaldi, neonominato assessore del Comune di Catania, assieme ai consiglieri comunali Giovanni Petralia, Agatino Giusti e Dario Grasso e al consigliere di circoscrizione Giuseppe Buglio.

Il direttivo provinciale, invece, fa incetta di nomi spesi per un assessorato ma poi non scelti dal sindaco di Fratelli d'Italia Salvo Pogliese. Il vicecommissario è Massimo Pesce, per lungo tempo dato come certo nella giunta e poi saltato, e Benedetto Torrisi (con il ruolo di portavoce), professore universitario gradito ai falconiani. Nell'elenco ci sono poi molti sindaci (vedi alle voci Pippo De Luca per Maletto ed Enzo Caragliano per Riposto) o aspiranti tali: è il caso di Ezia Carbone, già vice di Filippo Drago ad Aci Castello, che ha tentato la scalata al municipio dei Malavoglia ma ha rimediato una sonora sconfitta dall'attuale primo cittadino Carmelo Scandurra.

Direttivo cittadino di Forza Italia Catania
Marco Falcone (commissario), Elio Tagliaferro (vicecommissario), Antonio Villardita (vicecommissario), Michele Cristaldi, Salvo Smirni (coordinatore comunale Forza Italia giovani), Carmelo Coppola (portavoce), Giovanni La Magna, Rocco Bufalino, Agata Parisi, Giovanni Petralia, Agatino Giusti, Dario Grasso, Giuseppe Buglio, Angelo Marchese, Gianluca Guarrera, Carmelo Mirisola, Sergio D'Antoni, Giuseppe Dell'Arte, Anna Privitera.

Direttivo provinciale di Forza Italia Catania
Marco Falcone (commissario), Massimo Pesce (vicecommissario), Benedetto Torrisi (portavoce), Mariella Corsaro, Pippo De Luca, Enzo Caragliano, Nuccio Condorelli, Elio Tagliaferro, Lorenzo Ceglie, Fabrizio Giuffrida, Ezia Carbone, Enza Ciraldo, Mimmo Rapisarda, Giusy Savoca, Orazio Mangano, Nino Testa, Francesco Rinina, Agatino Giusti, Pino Liggieri, Giuseppe Fallica, Alfio Nicosia, Giuseppe Torrisi, Marco Emanuele.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews