Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Muos, bloccato camion vicino alla base
Trasportava una grossa cassa di legno

Stamattina un camion furgonato, simile a quelli in dotazione all'esercito americano, è stato bloccato davanti alla base militare dove è in costruzione il Muos. In breve tempo decine di cittadini di Nicemi si sono radunati al presidio. Il mezzo, scortato da una jeep su cui viaggiavano due statunitensi, è stato costretto a tornare indietro verso la strada statale per Catania. Nessuna resistenza da parte della polizia. «Trasportava strumentazione utile alla costruzione dell'impianto», spiegano i membri del comitato. Guarda il video e le foto

Salvo Catalano

L’allarme è scattato poco prima delle undici di stamattina, quando un cittadino ha visto passare per le strade di Niscemi un camion bianco furgonato, simile a quelli in dotazione alla U.S. Navy, che trasportava una grossa cassa di legno in direzione della base americana dove è in costruzione il Muos. All’altezza del presidio permanente, a qualche decina di metri dall’ingresso della base, il camion, su cui si trovavano due catanesi, ma preceduto da una jeep con due uomini statunitensi non in divisa militare, è stato bloccato da tre ragazzi del comitato No Muos di Niscemi. In breve tempo il passaparola ha fatto affluire al presidio una ventina di persone, tra cui molti semplici cittadini che hanno impedito il passaggio del mezzo.

[youtube

«Quelli che guidavano il mezzo hanno avvisato la polizia che è arrivata in breve tempo insieme alla Digos – racconta Elvira Cusa, del comitato di Niscemi – ma le forze dell'ordine non si sono opposti alla decisione di far tornare indietro il camion». Scortato da una macchina dei No Muos e dai poliziotti, il mezzo si è diretto verso la strada statale Catania-Gela e quindi verso il capoluogo etneo. Non si trattava dell’enorme gru, attesa da quasi un mese, che dovrebbe sollevare le tre parabole custodite già nel cantiere. «Sul camion – spiega Cusa – c’era una grossa cassa di legno ed altre più piccole, l’autista ci ha detto di non conoscere il contenuto del carico, ma pensiamo fosse strumentazione utile alla costruzione del Muos. Abbiamo stabilito che non faremo passare più niente, probabilmente cominceremo a bloccare anche l’ingresso dei soldati americani del turno mattutino».

[caption id="attachment_64471" align="alignleft" width="240"] Il camion bloccato al presidio[/caption]

Le forze dell’ordine non hanno opposto nessuna resistenza. «E’ una questione di ordine pubblico, non bisogna creare disordini», spiegano dal commissariato di polizia di Niscemi. Nei giorni scorsi il governatore Rosario Crocetta aveva ribadito il suo impegno nel tenersi in contatto con la Prefettura e il ministero dell’Interno per garantire che i manifestanti venissero rispettati. «Non crediamo sia dovuto a questo – conclude Cusa – la polizia avrà avuto degli ordini per evitare scontri, ma se continueremo a bloccare tutto sistematicamente, crediamo che inizieranno ad opporre un minimo di resistenza».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews