Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Il movimento Scegliamo Catania precisa:
«Noi con il Pds? Solo strumentalizzazione»

«L’articolo titolato I giovani Pds lanciano Scegliamo Catania. "Puntiamo a una smart city entro il 2025" presenta palesi falsità chiaramente provocatorie che non corrispondono assolutamente alla realtà», scrive a CTzen il portavoce Diego Cimino. Ad essere contestata è soprattutto la definizione dei suoi promotori come vicini all'ex Mpa di Raffaele Lombardo. Al giovane risponde Leandro Perrotta, autore del testo: «Mi spiace vedere dei giovani, evidentemente capaci, perdere tempo in polemiche sterili»

Redazione

Riceviamo e pubblichiamo dal comitato promotore del Movimento Scegliamo Catania.

Il comitato promotore del Movimento Scegliamo Catania prende assolutamente le distanze da uno dei più tipici esempi di strumentalizzazione di presunto giornalismo effettuata dal Sig. Leandro Perrotta. L’articolo titolato I giovani Pds lanciano Scegliamo Catania. «Puntiamo a una smart city entro il 2025» presenta palesi falsità chiaramente provocatorie che non corrispondono assolutamente alla realtà.

? Il movimento Scegliamo Catania ed i suoi 7 componenti promotori non sono assolutamente riconducibili in nessuno modo al Partito dei Siciliani ed al suo fondatore indicato in articolo. La posizione del movimento è assolutamente critica nei confronti del partito citato e si pone in totale discontinuità con le politiche da esso attuate. I promotori non hanno mai avuto a che fare con il neonato Partito dei Siciliani e dichiarano pubblicamente una sfiducia totale ed una posizione totalmente avversa al suo antenato
Movimento per l’Autonomia. Il comitato smentisce con forza tale presunta appartenenza.

? Smentisce assolutamente il coinvolgimento del Dott. Claudio Corbino, Presidente
nazionale dell’Associazione Diplomatici, nell’organizzazione dell’evento e dichiara
assolutamente falsa la notizia di un suo supporto finanziario (“contributo economico”)
alle iniziative del movimento. Il movimento nasce dall’autofinanziamento dei suoi 7
promotori.

? L’iniziativa Una Conversazione con la Città e l’intero movimento Scegliamo Catania non hanno nulla a che vedere con l’Associazione Universitaria Archè . A neanche un giorno dal termine di un’iniziativa ben riuscita ed applaudita dalla città per mezzo di una platea assolutamente eterogenea per motivi di età, estrazione sociale e credo politico, e dunque palesemente trasversale (composta da professionisti, studenti, giovani e
non giovani, professori universitari e personalità della città) la quale non risulta in nessun momento aver dato modo di “esternare” in modo generale, ed eventualmente superficiale, la propria appartenenza politica , il comitato reputa dunque che l’articolo del Sig. Perrotta leda l’immagine del movimento, dell’iniziativa e soprattutto degli ospiti di assoluto rilievo che il movimento si è pregiato di ospitare.

Il comitato si dissocia da quello che appare come un tentativo di screditamento della propria identità il quale getta ombre sulla propria matrice: propriamente provocatoria dal punto giornalistico o un tentativo strumentalizzato di presunti aspiranti politicanti di città , probabilmente rimasti delusi dal grado di indipendenza intellettuale, politica, sociale e culturale che si è respirato “nel buio del Piccolo Teatro” ?

Diego Antonino Cimino
Portavoce Movimento Scegliamo Catania

La risposta dell'autore, Leandro Perrotta.

Mi dispiace che una cronaca oggettiva di un incontro - dalla quale peraltro emerge con chiarezza il volere dei giovani di distaccarsi, con questa iniziativa, dalla politica partitica - venga letta in maniera del tutto arbitraria come un insulto.

In riferimento alla definizione giovani Pds, come peraltro già spiegato telefonicamente al signor Cimino, è solo un modo di identificare i ragazzi con un'area politica - per maggiore chiarezza nei confronti dei lettori - in quanto facenti parte dell'associazione Archè che di quel partito è espressione.

Il resto di quanto scritto è stato riferito dagli ospiti e riportato quale sintesi. Altrove è virgolettato.

Mi spiace vedere dei giovani, evidentemente capaci, perdere tempo in polemiche sterili invece di far fruttare la visibilità data al proprio progetto con delle precisazioni e non con degli insulti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.