Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Elezioni a Ramacca, nasce il fronte Lega-Italia Viva?
Motori già caldi. «Prospettiva futura in chiave civica»

Il presidente dell'assise civica e un ex Mpa potrebbero coalizzarsi con la formazione di Salvini. L'indizio passa da una foto con l'assessore leghista di Motta Piero Lipera. «Un mal di testa per qualcuno sotto l'albero», scrive riferendosi al sindaco

Dario De Luca

L'indizio passa tutto attraverso le bacheche digitali di Facebook. Una fotografia, scattata a Ramacca, con immortalati tre volti sorridenti, gli auguri di buon Natale e l'annuncio di un «bel matrimonio», forse politico, in arrivo. A lanciare l'esca social è Piero Lipera. Avvocato penalista e assessore comunale leghista a Motta Sant'Anastasia, la cittadina amministrata dall'unico sindaco del Carroccio in Sicilia. 

Accanto a Lipera nella foto ci sono il presidente del Consiglio di Ramacca Giuseppe Lanzafame e il consigliere Fabio Cusumano. Volti noti della politica locale che nel 2016 hanno centrato il seggio con una lista civica collegata a Pippo Limoli. Una volta eletti, insieme alla collega d'aula Maria Arena, hanno fondato il gruppo Ramacca 2.0, riferimento in città del deputato regionale Luca Sammartino e della senatrice Valeria Sudano. Erano i tempi del Partito democratico.

Cusumano, di professione sindacalista, prima di approdare alla corte dem nel 2011 si era candidato all'assise cittadina, venendo eletto, con il Movimento per le autonomie di Raffaele Lombardo. Stesso anno e medesimo risultato, ma con posizioni vicine a Futuro e Libertà, per Lanzafame. Imprenditore nel settore dei rifiuti. I movimenti politici recenti passano per la vicinanza a Italia Viva, il partito di Matteo Renzi che proprio nel duo Sammartino-Sudano ha i suoi luogotenenti nell'Isola. 

«Dobbiamo essere inclusivi e popolari», ripeteva Cusumano soltanto il 16 novembre scorso, pochi attimi prima dell'inizio della maxi convention dei renziani di Sicilia. «Con Lipera ci conosciamo da vent'anni - spiega Cusumano a MeridioNews - Non c'è nessun passaggio nel suo partito. Io continuo ad appartenere a un gruppo civico». E quel matrimonio? «Si riferisce a una prospettiva futura. Ramacca essendo un Comune sotto i 15mila abitanti avrà una lista unica e si lavora in questo senso in ambito civico e senza partiti. Proprio il giorno della foto ho celebrato un matrimonio ma ci tengo a smentire qualunque passaggio. Devo dire che è più facile che io faccia 6 al Superenalotto che un passaggio alla Lega».

Cusumano però su Facebook ha rincarato la dose attraverso un commento sotto la foto: «Un mal di testa sotto l'albero per qualcuno a livello locale - scrive - Insieme verso il 2021 nel rispetto delle appartenenze». A chi si riferiva? «Al sindaco Pippo Limoli - aggiunge il consigliere - perché siamo alternativi a lui, lo stesso spererebbe in un centrodestra unito ma possiamo dire che non ci sono i presupposti. Almeno per il momento».

Ma i due fotografati nel selfie di Lipera non sono gli unici pronti a muoversi sul fronte alternativo a Limoli. Secondo alcuni rumors non si tirerebbero indietro nemmeno i consiglieri Pietro Sottosanti e Luisa Di Dio. Storicamente vicini all'attuale sindaco e con Sottosanti che in passato è stato candidato per il Popolo delle Libertà. Adesso entrambi fanno parte del gruppo consiliare Madre terra. E proprio su di loro si concentra il secondo indizio sul passaggio alla Lega. «Ragazzi, uomini e donne, padri e madri, di vera passione civica e politica - scrive Lipera sempre su Facebook - Bravi! A loro tutto il mio applauso ed ogni futuro sostegno!».

Riceviamo e pubblichiamo da Filippo Zampogna (Lega)

Smentisco un fronte Lega-Italia Viva. C'è dietro solo una foto a Natale tra amici a prescindere dalle appartenenze politiche.
I consiglieri comunali Pietro Sottosanti e Maria Luisa Di Dio rimangono distanti dal modus operanti di questa amministrazione e del nostro primo cittadino. Dichiaro che dopo soli 10 mesi l'assessore Ferro, di riferimento al gruppo civico Madreterra, si è dimesso. 
Il nostro fronte? Aperto a tutte le forze politiche che non condividono il percorso dell'attuale primo cittadino.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews