Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Batteri nelle acque usate per lavorare il pesce
Sequestrata la società Jonica pesca di Acireale

Una delle «maggiori società del settore ittico» in tutta la Sicilia avrebbe utilizzato calce edilizia al posto di calce alimentare e acqua presa da un pozzo all'esterno del capannone, in contrada Cianciana. Divieto di dimora per il titolare Giuseppe Valastro

Redazione

È una delle «maggiori società del settore ittico operanti in Sicilia», eppure avrebbe messo in commercio ingenti quantitativi di pesce adulterato e contraffatto, in particolare stoccafisso e baccalà. Si tratta della Jonica pesca snc, con sede in contrada Cianciana (ad Acireale). L'azienda avrebbe usato della calce edilizia al posto della calce per uso alimentare nonché acqua prelevata da un pozzo nei pressi del capannone che, a seguito delle analisi di qualità eseguite dall'Asp di Catania, avrebbe presentato un alto tasso di batteri coliformi.

Sono le accuse della procura di Catania a seguito delle indagini condotte dalla guardia costiera e dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico. Lo stabilimento produttivo è stato sequestrato mentre Giuseppe Valastro, 68 anni, amministratore e legale rappresentante della ditta, è stato sottoposto al divieto di dimora. L'inchiesta è partita alla fine del 2018 a seguito di un controllo di polizia marittima sul rispetto della normativa nazionale e comunitaria. Le prime irregolarità sarebbero emerse subito, spingendo gli investigatori a fare ulteriori controlli.

Così dalla guardia costiera la faccenda è passata in mano al Noe che ha individuato il pozzo: esterno all'area dello stabilimento e usato abusivamente da parte del titolare per la lavorazione del pescato e la pulizia dei locali. I controlli non si sono fermati: reati ambientali, violazioni in materia di norme di sicurezza dei luoghi di lavoro, l'assenza della documentazione di autorizzazione allo scarico e di quella che attestava i campionamenti per il monitoraggio delle acque. 

Jonica pesca, nonostante quanto dichiarato, non si limitava poi alla sola conservazione e commercializzazione dei prodotti ittici, ma anche alla lavorazione, trasformazione, affumicatura e confezionamento. Infine è stata rilevata nello stabilimento la presenza di telecamere di videosorveglianza rivolte all'interno dei luoghi di lavoro, senza che l'Ispettorato le avesse autorizzate. Adesso, però, sono arrivati i sigilli della magistratura.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews