Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Gli affari di famiglia nella gestione della droga
I nipoti di Roberto Vacante coinvolti nel blitz

L'operazione Overtrade è scattata questa notte. In manette sono finite 36 persone (due sono tutt'ora ricercate all'estero) su cui pendono un lungo elenco di capi d'imputazione. Le indagini sono partite a dicembre 2016. Guarda le foto

Luisa Santangelo

Affari di famiglia. E milionari, per di più. L'operazione Overtrade della procura di Catania è scattata stanotte. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania hanno lavorato per eseguire un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 38 persone (due delle quali latitanti, adesso all'estero) accusate di associazione mafiosa, associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi, estorsione con metodo e finalità mafiosi e trasferimento fraudolento di valori. Un lungo elenco di accuse collezionate dagli indagati e messe insieme a partire da dicembre 2016. Due anni di inchiesta per controllare Salvatore Mazzaglia e Mirko Casesa, suocero e genero, personaggi di vertice della famiglia di Cosa nostra Santapaola-Ercolano.

Marco Marsala, nato a Palermo il 9.4.1979, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Palermo Pagliarelli

Luigi Scuderi, nato a Catania il 10.11.1988

Sebastiano Orazio Tucci, nato a Catania il 26.9.1973

Antonino Vacante, nato a Catania il 25.3.1984

Dario Vacante, nato a Catania il 5.10.1986

Rosario Zagame, nato a Catania il 28.11.1972, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Palermo Pagliarelli

Silvestro Zingale, nato a Catania il 12.8.1967

Antonino Sebastiano Battaglia, nato a Catania il 23.7.1993

Massimo Calafiore, nato a Locri (RC) il 23.9.1968, residente a Solarino (SR)

Mirko Pompeo Casesa, nato a Catania il 10.3.1983

Salvatore Castorina, nato a Catania l’11.6.1983

Francesco Codispoto, nato a Catania il 30.12.1975

Salvatore Culletta, nato a Catania il 18.11.1966

Alfio Currao, nato a Adrano (CT) il 4.5.1967

Fabio De Simone, nato a Siracusa il 2.5.1975

Maurizio De Simone, nato a Siracusa il 9.4.1973

Carmelo Di Salvo, nato a Catania il 17.11.1979

Maurizio Distefano, nato a Catania l’ 11.1.1976

Davide Fatuzzo, nato a Catania il 10.2.1976

Antonino Fazzemi, nato a Catania il 16.2.1980

Michele Fichera, nato a Catania l’8.11.1966

Orazio Fuselli, nato a Catania il 3.11.1983, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Termini Imerese

Mariano Giarrusso, nato a Catania il 19.1.1991

Giuseppe Lombardo, nato a Palermo il 26.12.1971

Giuseppe Mascolino, nato a Catania il 9.10.1986

Agata Mazzaglia, nata a Catania il 09.04.1986

Giovanni Mazzaglia, nato a Catania il 9.3.1990

Salvatore Mazzaglia

Elena Nicosia, nata a Catania il 3.10.1984

Angelina Puglisi, nata a Catania il 28.6.1966

Carmelo Russo, nato a Catania il 19.8.1955

Salvatore Sambataro, nato a Paternò (CT) il 17.7.1984, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Catania Bicocca

Vincenzo Sapia, nato a Catania il 31.1.1966

Davide Lorenzo Sebastiano Scavo, nato a Catania il 15.6.1984

Antonino Scuderi, nato a Catania il 10.3.1965

Lorenzo Sgroi, nato a Catania il 9.2.1978

Davide Musumeci, nato a Catania il 4.6.1991

A Mazzaglia vengono contestati 18 capi di imputazione. Attorno a lui avrebbero ruotato estorsioni (la maggior parte non contestate perché le vittime non hanno collaborato con i magistrati), intestazioni fittizie e un imponente traffico di sostanze stupefacenti. Cocaina, hashish e marijuana che sarebbero state smerciate a Catania e nell'hinterland, in particolare nel triangolo tra Nicolosi, Pedara e Mascalucia. Attorno al capo, si sarebbero mossi un folto gruppo di parenti: oltre a Casesa, anche Giovanni Mazzaglia (figlio di Salvatore), il nipote Victor Mangano ed Elena Nicosia. A quest'ultima sarebbe spettato il ruolo di contattare gli acquirenti e trasportare e consegnare le sostanze stupefacenti. «Le donne non avevano un ruolo ancillare», sottolinea la magistrata Lina Trovato. A ricordare l'importanza che le figure femminili rivestono nelle organizzazioni criminali.

Per gli investigatori, tra i rapporti che Salvatore Mazzaglia sarebbe riuscito a intrattenere c'erano anche quelli con esponenti della malavita organizzata calabrese, oltre che con quelli di Catania e delle altre province siciliane. Tutti a sua disposizione, pronti anche a fargli credito nell'acquisto di droga da rivendere. Il sistema era verticistico, una piramide fatta di stupefacenti alla cui base stavano i singoli pusher. Gli spacciatori al dettaglio a cui arrivava, dagli acquirenti di Mazzaglia, la sostanza da smerciare su strada. Tra chi comprava i quantitativi più grossi ci sarebbero state, ancora una volta, persone legate da rapporti parentali: i fratelli Fabio e Maurizio De Simone, accusati di essere i responsabili per il territorio di Siracusa; e i fratelli Dario e Antonino Vacante, nipoti del più noto Roberto Vacante. Oggi al 41bis, quest'ultimo direttamente imparentato con la famiglia Santapaola.

Alla fine delle indagini, il quadro che ne è venuto fuori è quello di un'organizzazione imponente. Cinquantuno indagati, 46 capi d'imputazione contestati nel complesso, tredici persone in carcere, ventidue agli arresti domiciliari, tre con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. E anche un'azienda sequestrata: intestata ad Agata Mazzaglia (moglie di Mirko Casesa e figlia di Salvatore Mazzaglia), l'impresa si occupa di commercializzazione di latte, formaggi e uova. È la seconda volta che alla donna viene contestata un'accusa simile.

Ordinanza di custodia cautelare in carcere

  1. BATTAGLIA Antonino Sebastiano, nato a Catania il 23.7.1993
  2. CASESA Mirko Pompeo, nato a Catania il 10.3.1983
  3. DE SIMONE Fabio, nato a Siracusa il 2.5.1975
  4. DE SIMONE Maurizio, nato a Siracusa il 9.4.1973
  5. DI SALVO Carmelo, nato a Catania il 17.11.1979
  6. FUSELLI Orazio, nato a Catania il 3.11.1983, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Termini Imerese
  7. LOMBARDO Giuseppe, nato a Palermo il 26.12.1971
  8. MAZZAGLIA Giovanni, nato a Catania il 9.3.1990
  9. SAPIA Vincenzo, nato a Catania il 31.1.1966
  10. SCAVO Davide Lorenzo Sebastiano, nato a Catania il 15.6.1984
  11. SCUDERI Antonino, nato a Catania il 10.3.1965
  12. SGROI Lorenzo, nato a Catania il 9.2.1978
  13. TUCCI Sebastiano Orazio, nato a Catania il 26.9.1973

Ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari

  1. CALAFIORE Massimo, nato a Locri (RC) il 23.9.1968, residente a Solarino (SR)
  2. CASTORINA Salvatore, nato a Catania l’11.6.1983
  3. CODISPOTO Francesco, nato a Catania il 30.12.1975
  4. CULLETTA Salvatore, nato a Catania il 18.11.1966
  5. CURRAO Alfio, nato a Adrano (CT) il 4.5.1967
  6. DISTEFANO Maurizio, nato a Catania l’ 11.1.1976
  7. FICHERA Michele Angelo, nato a Catania l’8.11.1966
  8. GIARRUSSO Mariano, nato a Catania il 19.1.1991
  9. MARSALA Marco, nato a Palermo il 9.4.1979, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Palermo Pagliarelli
  10. MASCOLINO Giuseppe, nato a Catania il 9.10.1986
  11. NICOSIA Elena, nata a Catania il 3.10.1984
  12. PUGLISI Angelina, nata a Catania il 28.6.1966
  13. RUSSO Carmelo, nato a Catania il 19.8.1955
  14. SAMBATARO Salvatore, nato a Paternò (CT) il 17.7.1984, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Catania Bicocca
  15. SCUDERI Luigi, nato a Catania il 10.11.1988
  16. VACANTE Antonino, nato a Catania il 25.3.1984
  17. VACANTE Dario, nato a Catania il 5.10.1986
  18. ZAGAME Rosario, nato a Catania il 28.11.1972, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Palermo Pagliarelli
  19. ZINGALE SILVESTRO, nato a Catania il 12.8.1967
  20. MUSUMECI Davide, nato a Catania il 4.6.1991

Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

  1. FATUZZO Davide., nato a Catania il 10.2.1976
  2. FAZZEMI Antonino , nato a Catania il 16.2.1980
  3. MAZZAGLIA Agata, nata a Catania il09.04.1986

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews