Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Luogo, chef e artista restano segreti fino all'ultimo
Ecco i concerti «al buio» che appassionano Catania

Prossimo appuntamento con gli house concert lunedì 24 febbraio. Gli ospiti che si sono registrati sulla pagina Facebook del format riceveranno tutte le informazioni via WhatsApp due ore prima dell'evento. A MeridioNews parlano gli ideatori di Danoy

Giorgia Lodato

Se siete arrivati in casa di sconosciuti tramite un indirizzo ricevuto via WhatsApp due ore prima della cena, se state per gustare piatti preparati da uno chef misterioso e assistere all’esibizione di un altrettanto misterioso cantautore, non ci sono dubbi: state partecipando a Danoy house concerts, rassegna di concerti unplugged che si svolge in abitazioni private con l’intento di far conoscere artisti del panorama musicale italiano e straniero in un contesto intimo e di contatto diretto tra ascoltatori e musicisti.

Il progetto, che torna lunedì 24 febbraio con il secondo appuntamento della seconda stagione, nasce nell’ottobre 2018 da tre catanesi di 34, 35 e 43 anni: Rosario Sorbello, Claudia Santisi e Raimondo Ferraro. Ognuno di loro ha un ruolo specifico nell’organizzazione dell’evento: Raimondo, imprenditore catanese trapiantato a Palermo, è direttore artistico e ha il compito di scovare gli artisti che si esibiscono durante le serate; Claudia, avvocata, si occupa dell’aspetto logistico, di reperire le location, coordinare il lavoro dello chef e selezionare le cantine; spetta a Rosario, invece, che nella vita lavora come educatore psichiatrico, la missione di comunicare il format.

«Da tempo avevo in mente di realizzare dei piccoli concertini in abitazioni private – racconta Rosario a MeridioNews - e un giorno ne parlai con Raimondo, che mi mise in contatto con Claudia, che voleva organizzarne uno a casa sua». È stato quello lo spunto per concepire il format da riproporre in diverse date: dieci fino a oggi. Ma come si sviluppa? «Danoy è un secret concept, nessuno sa chi sarà l’artista che andrà ad ascoltare e non ha idea né di chi sarà lo chef, né di dove si trova l’abitazione in cui si svolgerà l’evento, che comunichiamo due ore prima dell’appuntamento. Quando esce l’annuncio sulla pagina Facebook – aggiunge Rosario - si versa una quota di partecipazione che copre le spese dell’iniziativa e si lasciano nominativo, mail e recapito telefonico per essere contattati e ricevere l’invito da esibire all’ingresso e le coordinate dell’abitazione».

Un vero e proprio evento a scatola chiusa, quindi, che non ha intimorito gli ospiti, attirati, anzi, dall’idea di un appuntamento al buio. «Andiamo in sold out solitamente dopo circa dieci giorni da quando l’evento viene pubblicato sui social, coinvolgendo ogni volta 60/70 persone di ogni genere ed età, tra new entry e habitué che si presentano a ogni appuntamento. E la figata è proprio questa: si va dal ragazzino di 20 anni al professionista di 50, ed è bello l’ambiente conviviale che si crea ogni volta».

Danoy è una sorta di cena sociale dove ci si ritrova seduti attorno a un tavolo, sul divano o sui cuscini sistemati in mezzo al salotto ad ascoltare cantautori come Nicolò Carnesi, Stefano Alì, Sergio Beercock, Lead to gold e altri artisti della scena siciliana conosciuti anche a livello nazionale. Trovare i posti non è un’impresa tanto ardua come si può pensare. Già dal secondo appuntamento, infatti, sono i proprietari stessi delle case a proporsi, mettendo a disposizione abitazioni di design, tutte a Catania. Tra gli host fino ad ora si contano proprietari di b&b, avvocati, architetti, designer, che per il gusto di far vedere le loro abitazioni le mettono in mostra. «Devono essere tutti posti abitati quotidianamente – chiarisce Rosario - perché il progetto ruota attorno alla logica dell’accoglienza e della condivisione del proprio spazio».

Per quanto riguarda gli chef, invece, il trio può contare su un’ampia cerchia di amici che lavora in cucina. Sei o sette a turno mettono il proprio talento a disposizione del format, preparando menù e finger food, che si adattano alla selezione di vini. Tutto a chilometro zero. «La nostra iniziativa è un po’ la commistione tra due format esistenti, Sofar sounds – che si svolge a New York, Amsterdam e Londra, per citare alcuni esempi – e Gnammo, applicazione nata per organizzare cene sociali. È bello vedere un gruppo di sconosciuti che si trova a condividere uno spazio molto stretto, a mangiare e bere insieme, creare dei legami dal nulla. Spesso le persone che si sono conosciute a uno dei nostri eventi tornano insieme la volta successiva, questo vuol dire che si stringono delle vere e proprie amicizie». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews