Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, mercato delle sorprese: Bojinov in arrivo
Ex Juventus e Fiorentina rimpolpa l'attacco all'osso

Il Catania continua a pescare tra gli svincolati, per offrire a Lucarelli più alternative nel reparto offensivo. Dopo Steve Beleck è a un passo dal rossazzurro anche Valeri Bojinov: un passato da grande promessa in cerca di rilancio

Giorgio Tosto

Sono lontani i tempi in cui Valeri Bojinov era considerato come uno dei calciatori più forti d'Europa, almeno in prospettiva. Un giocatore esploso forse troppo precocemente che, in maniera altrettanto veloce, ha visto la sua carriera declinare anno dopo anno. Il classe 1986, dopo stagioni non certo esaltanti vissute tra Serbia, Svizzera, Croazia e Bulgaria, ha deciso di ritornare in Italia, anche se non dalla porta principale: stando a quanto riportato dal sito bulgaro sportal.bg, infatti, è praticamente fatto il suo arrivo al Calcio Catania. La scelta del club rossazzurro arriva dopo la rescissione del contratto col Botev Vraca (squadra della Serie A bulgara) dello scorso 14 dicembre. 

Il nome di Bojinov è sicuramente una suggestione per gli appassionati di calcio. Arrivato a Lecce 14enne, la punta bulgara ha esordito con i giallorossi salentini nella massima serie a neanche 16 anni, col Brescia. Il primo gol in A lo firma nel gennaio 2004, contro il Bologna. L'esplosione in Puglia arriva anche grazie a un maestro come Zdenek Zeman in panchina: da lì il passaggio all'ambiziosa Fiorentina dei Della Valle, senza però lasciare il segno (otto reti in un campionato e mezzo). Nel 2006 la Juventus, retrocessa in B dopo lo scandalo Calciopoli, punta su di lui per la risalita immediata: giungono però solo cinque gol in 18 partite. L'altra avventura di prestigio è quella al Manchester City, non ancora divenuto il ricco club dei nostri giorni: due gravissimi infortuni però gli tarpano le ali, relegandolo ai margini.

Da lì in poi la sua carriera è stata una graduale ma costante discesa. Una buona annata a Parma nel 2009-2010 , seguita dai trasferimenti a Sporting Lisbona, Lecce, Verona, Vicenza e Ternana (in B). Nuovo sussulto al Partizan Belgrado cinque anni fa (18 gol segnati tra campionato e coppe europee), per poi tornare velocemente nell'anonimato. Adesso arriva la scommessa di Catania, un club in crisi economica che ancora deve delineare il suo futuro. «Vado davvero in Sicilia. Lucarelli - ha dichiarato il giocatore ai media bulgari - mi ha mostrato il suo grande interesse. Spero vada tutto bene: non ho mai giocato in Serie C, ma il Catania è una squadra che ha grande storia e tradizione. Ho tanta voglia di giocare e divertirmi».

Bojinov potrebbe atterrare alle falde dell'Etna già nella giornata di domani. È così che, in attesa del recupero di Davis Curiale, mister Lucarelli vede rimpolpato il suo parco attaccanti grazie al mercato degli svincolati: Steve Beleck, ex Rieti, è giunto la scorsa settimana e ha già avuto modo di debuttare nella vittoriosa trasferta con la Cavese. In attesa dell'ex Juve e Fiorentina, intanto, la squadra si prepara a una tre giorni da brividi: giovedì al Massimino arriva la Ternana per la semifinale di ritorno della Coppa Italia di C. Domenica, sempre in casa, giunge la Reggina dominatrice del campionato. Sullo sfondo, intanto, prosegue il dialogo tra il Comitato promotore e la società di via Magenta nell'ottica di un possibile passaggio di proprietà.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×