Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Ternana 0-0, al Massimino il cuore non basta
Fuori da Coppa Italia. Pace tra Curva nord e squadra

Gli etnei, generosi dal primo all'ultimo minuto, non riescono a violare il bunker della Ternana che, dopo il 2-0 dell'andata, vola verso la finale della coppa di categoria: Biagianti e compagni, però, escono tra gli scroscianti applausi del pubblico

Giorgio Tosto

Foto di: Giorgio Tosto

Foto di: Giorgio Tosto

Una giornata non facile si conclude senza il lieto fine. Sfumato il sogno Bojinov (trasferitosi in extremis a Pescara) e dopo una mattinata segnata dal blitz della Guardia di Finanza a Torre del Grifo, con Nino Pulvirenti indagato per bancarotta, il Catania pareggia 0-0 nella gara di ritorno della Coppa Italia di Serie C, lasciando alla Ternana l'onore di sfidare la Juventus Under 23 nell'atto conclusivo della manifestazione. Un risultato negato che fa da contorno a una prestazione gagliarda da parte dei padroni di casa, autori di una prova positiva: a mancare è stata la precisione negli ultimi metri, non certo facilitata dall'ostruzionismo degli ospiti, autori di una gara di puro contenimento. 

Lucarelli conferma il 4-2-3-1, cambiando rispetto alla gara con la Cavese la coppia di mediani: dentro Biagianti e Rizzo, fuori Salandria e Vicente. Esordio dal primo minuto anche per la punta Beleck, assistito in attacco da Biondi, Di Molfetta e Mazzarani. L'inizio dei rossazzurri è veemente: al 6' Rizzo tira alle stelle, dopo una azione elaborata. La Ternana pensa solo a difendersi, con linee strette tra i reparti e tentativi di veloci ripartenze. Al quarto d'ora fuga di Mazzarani da sinistra, il suo tiro-cross è controllato da Tozzo. Cinque minuti più tardi Biondi, da sinistra, fa venire il mal di testa ai difensori avversari, saltandone un paio e mettendo in mezzo una palla filtrante intercettata in extremis.

Il Catania ci prova in maniera costante e generosa: Beleck tenta una semi-rovesciata, Tozzo in uscita lo anticipa. Gli etnei collezionano angoli: su uno di questi, la zuccata di Silvestri vola alto. L'occasione migliore capita alla mezz'ora: Calapai vola a destra e mette un cross leggermente lungo, irrompe Di Molfetta che impegna il portiere ternano alla ribattuta. Sul successivo corner svetta Biagianti, ma la sfera va alta sulla traversa. I gruppi organizzati, tornati ad assiepare la Nord, espongono l'inequivocabile striscione «Solo per amore»: alla fine della prima frazione arriva l'unico brivido per gli etnei, col diagonale mancino di Vantaggiato abbondantemente a lato. I ragazzi di Lucarelli, encomiabili per impegno e intensità, sono scortati negli spogliatoi da applausi scroscianti. 

La ripresa segue lo stesso spartito dei primi 45'. Lucarelli cambia le ali: dentro Manneh e Barisic per Biondi e Mazzarani, ma il risultato non cambia. Al quarto d'ora un diagonale forte e teso di Pinto chiama Tozzo all'intervento in angolo. Gli etnei provano ad allargare il gioco, cercando in questo modo di trovare la combinazione per aprire la cassaforte rosso-verde: gli uomini di Fabio Gallo, però, non si scompongono. Beleck devia al 21' un tiro-cross di Di Molfetta, ma la sfera rotola a lato. Quindi ci prova Calapai pochi minuti dopo, senza fortuna: poi è il turno del neo entrato Curcio, ma il suo mancino al volo è alto. L'ultimo brivido è targato ancora Beleck: il numero 9 gira di testa un bel cross di Calapai, palla fuori di poco. 

Negli istanti finali Silvestri viene espulso per una manata a Partipilo, e gli animi si surriscaldano. Al triplice fischio del direttore di gara, però, le attenzioni del pubblico sono soltanto per gli uomini di Lucarelli, invocati a gran voce della Curva Nord che li incita con i cori «Combattete per noi» e «Catania fino alla fine». Il segnale di una pace ristabilita che, al termine di ore potenzialmente drammatiche per il futuro societario, suonano come l'unica notizia lieta. 

Il tabellino

Catania-Ternana 0-0

Catania (4-2-3-1): 22 Martinez; 26 Calapai, 3 Mbende, 5 Silvestri, 20 Pinto; 27 Biagianti (33' st Welbeck), 18 Rizzo (81'st Curcio; 21 Biondi (14'st Manneh), 32 Mazzarani (14' st Barisic), 8 Di Molfetta (33' st Capanni); 9 Beleck. Allenatore: Lucarelli.

Ternana (4-3-1-2): 22 Tozzo; 11 Parodi, 14 Russo, 27 Bergamelli, 2 Celli; 4 Verna, 5 Palumbo (19' st Sini), 28 Salzano; 7 Furlan (19' st Defendi); 10 Vantaggiato (86' Partipilo), 21 Torromino (27' st Ferrante). Allenatore: Gallo.

Arbitro: Fabio Natilla di Molfetta.

Note: ammonito Vantaggiato, espulso Silvestri. Recupero: 5'.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews