Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Aci Catena, il consigliere Grasso verso le dimissioni
Ultimo atto nelle porte girevoli della politica cittadina

Dopo essere stato il primo degli eletti, Francesco Grasso è pronto al passo indietro. Ma il suo futuro non è detto sia lontano dalla giunta Oliveri. Intanto a entrare nel consesso civico sarà Salvatore Leonardi, padre di un'assessora dimissionaria

Simone Olivelli

Foto di: Basilio Orfila

Foto di: Basilio Orfila

Porte girevoli al Comune di Aci Catena. A pochi giorni dall'avvicendamento in giunta tra Enza Leonardi e Valentina Mangiafico all'assessorato all'Edilizia scolastica e alla Cultura, è questioni di giorni - forse anche meno - un nuovo ingresso in Consiglio comunale. Il passaggio di consegne avverrà in seguito alle dimissioni di Francesco Grasso, colui che alle Amministrative del 2017 ottenne più preferenze. 

Eletto con la lista La nostra Aci Catena, Grasso racimolò 693 voti. Un contributo fondamentale all'elezione a sindaco di Nello Oliveri, che in quella tornata beneficiò della chiusura dell'accordo tra le proprie liste e quelle che, in un primo momento, avrebbero dovuto sostenere la candidatura a primo cittadino di Giovanni Pulvirenti. Poi accontentatosi della carica di vicesindaco

Il passo indietro di Grasso, che sarà ufficializzato a breve, è frutto accordi pre-elettorali all'interno della maggioranza. E consentirà di tornare in Consiglio a Salvatore Leonardi. Quest'ultimo, giunto terzo in lista nel 2017 con 346 preferenze, è il padre della ex assessora che, poco più di una settimana fa, ha chiuso la propria esperienza in amministrazione dopo il periodo concordato con le forze di maggioranza. Enza Leonardi, infatti, era a sua volta subentrata a Maria Grazia Forzisi. In precedenza un'altra staffetta in giunta si era registrata tra Flavia Fortino e l'attuale assessora ai Servizi sociali Emilia Crimaldi.

Quello delle cariche a tempo determinato è un fenomeno che ad Aci Catena ha una sua tradizione. Già nella passata sindacatura, quella iniziata nel 2012 e conclusasi anzitempo con l'arresto del primo cittadino Ascenzio Maesano, furono diverse le rotazioni all'interno della giunta. Proprio all'assessorato all'Edilizia scolastica si susseguirono Agata Maiorca, Rossella Strano e, infine, Maria Grazia Forzisi. Nell'attuale consiliatura, invece, un'alternanza si è registrata anche tra i banchi dell'opposizione: il mese scorso, a dimettersi è stata la consigliera Angela Marano. Alla prima esperienza in politica, ha lasciato il posto al suocero - e politico di lungo corso in paese - Pippo Sciacca.

Considerato il quadro generale, affermare che Grasso uscirà definitivamente fuori dai giochi è prematuro. Da qui al 2022, la fisionomia della giunta potrebbe ulteriormente cambiare. Mantenendo però fermi, manuale Cencelli alla mano, gli equilibri.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×