Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania-Ternana 0-0: è un pari che soddisfa a metà
Etnei sempre più solidi, Mazzarani sbaglia un rigore

I rossazzuri si confermano squadra solida e in salute, costringendo al pareggio la quarta forza del Girone C. Gli uomini di Lucarelli, però, recriminano per l'errore dal dischetto nel primo tempo: il punto conferma gli etnei in zona playoff

Giorgio Tosto

Non è mai facile, in situazioni del genere, sforzarsi di guardare al bicchiere mezzo pieno. Se da un lato il Catania si conferma infatti collettivo sempre più solido, con una difesa che non subisce reti da ben quattro gare e un trend di una vittoria e due pareggi in campionato, dall'altra la gara con la Ternana evidenzia problemi in attacco ormai cronici. Lo 0-0 di oggi pomeriggio con la forte formazione umbra, infatti, è la settima partita consecutiva senza gol su azione. La vittoria con la Cavese di due settimane fa era arrivata grazie a un rigore di Mazzarani: oggi, però, il numero 32 tradisce il pubblico del Massimino, facendosi intercettare da uno strepitoso Iannarilli il rigore concesso nel primo tempo. 

Lucarelli conferma in blocco l'undici titolare che ha giocato contro la Reggina: l'inizio di gara è vertiginoso, con squadre lunghe e tanti spazi a disposizione. Il primo squillo è degli umbri al 4': Ferrante crossa da destra, Partipilo irrompe in area e impegna Furlan. Cinque minuti più tardi il Catania prova a farsi vedere, con un velenoso tiro-cross di Pinto: quindi al 12' Biondi prova a pizzicare Iannarilli dalla distanza, mancando la porta. Nello splendido e assolato pomeriggio del Massimino le due squadre vanno a sprazzi, alternando a momenti di stasi delle accelerazioni improvvise. E' Di Molfetta, spostato a sinistra, a tentare il guizzo al 23': il suo destro velenoso da fuori area viene deviato in angolo dal portiere ospite. 

Lo spartito della gara potrebbe cambiare alla mezz'ora: uno due tra Biondi e Pinto, col terzino che entra in area e viene atterrato da Parodi. L'arbitro non ci pensa su, indicando il dischetto: Mazzarani, però, conferma il suo rapporto complicato con i rigori, concludendo in maniera angolata ma debole e consentendo così a Iannarilli di distendersi e deviare in angolo. L'errore dagli undici metri demoralizza gli etnei, con la Ternana che si sveglia. Al 32' Palumbo elude il marcatore con un sombrero, scagliando un sinistro che chiama Furlan alla deviazione in corner. Cinque minuti più tardi, invece, è Silvestri ad anticipare di un soffio Partipilo, pronto a deviare in rete il cross di Palumbo da sinistra. Pochi istanti dopo il solito Palumbo scodella un pallone in mezzo che viene colpito male da Paghera. 

La ripresa comincia sulla stessa falsa riga della fine del primo tempo, con una Ternana arrembante e, dall'altra parte, un Catania guardingo e sulla difensiva. Lucarelli prova la carta di Curcio, al posto di uno spento Mazzarani (qualche timido fischio per lui dagli spalti). Gli etnei però si schiacciano un po' troppo, con un Furlan che deve impegnarsi solo sul destro dalla distanza del suo omonimo in maglia ternana. Dentro anche Welbeck e Capanni per Vicente e Di Molfetta, con l'obiettivo di dare più brio e ritmo a una manovra smorta. L'esperimento riesce solo in parte, a causa di automatismi offensivi ancora da oliare. Al 62' Biondi conclude di destro, chiamando Iannarilli al miracolo: l'arbitro, però, aveva interrotto tutto per fuorigioco. 

L'ambizioso Curcio, poi,  prova una conclusione al volo sballata al minuto 80: tre giri di lancetta più tardi tocca invece a Calapai far balzare in piedi gli spettatori del vecchio Cibali, con una botta da fuori forte ma leggermente alta. E' l'ultimo squillo di una gara che si trascina lentamente fino al fischio finale: un punto con la Ternana è importante e fa morale, anche se restano le recriminazioni per un risultato che avrebbe potuto essere ben diverso. L'impegno di mercoledì in infrasettimanale in casa del Picerno potrebbe permettere ai ragazzi di Lucarelli di chiudere anticipatamente il discorso salvezza, col Catania attualmente ottavo in classifica a quota 38. Visti i tempi, sarebbe già un gran bel traguardo da festeggiare.

Il tabellino:

Catania-Ternana 0-0

Marcatori: 

Catania (4-2-3-1): 1 Furlan; 26 Calapai, 3 Mbende, 5 Silvestri, 20 Pinto; 16 Salandria (79' Biagianti), 4 Vicente (61' Welbeck); 21 Biondi (79' Manneh), 32 Mazzarani (55' Curcio), 8 Di Molfetta (61' Capanni); 9 Beleck. Allenatore: Lucarelli.

Ternana (4-3-1-2): 24 Iannarilli; 11 Parodi, 14 Russo, 27 Bergamelli, 2 Celli (72' Verna); 5 Palumbo, 20 Paghera, 8 Proietti (72' Torromino); 7 Furlan (72' Marilungo); 33 Partipilo (72' Sini), 9 Ferrante (84' Vantaggiato). Allenatore: Gallo. 

Arbitro: Mario Vigile di Cosenza

Note: ammonito Di Molfetta, Pinto, Welbeck (Catania).

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews