Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Aci Catena, ancora auto distrutte dalle fiamme
Ma almeno per il momento viene escluso il dolo

Sei macchine carbonizzate in tutto di cui tre soltanto nella notte tra sabato e domenica. Questi sono soltanto gli ultimi episodi di un fenomeno che va avanti ormai da qualche mese. Allertati vigili del fuoco e carabinieri. Guarda le foto

Carmelo Lombardo

Sei macchine bruciate, tre di queste soltanto nella notte tra sabato e domenica. Questi sono però solo gli ultimi episodi di un fenomeno che ad Aci Catena va avanti già da qualche mese. Le tre automobili che hanno preso fuoco questa notte si trovavano parcheggiate in uno spiazzale di via Michelangelo Buonarroti, in zona Pigno, quartiere residenziale poco distante dal centro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

 

«Non abbiamo sentito nulla, né abbiamo visto arrivare i pompieri - raccontano alcuni residenti della zona a MeridioNews -. Stamattina ci siamo affacciati e abbiamo trovato questa sorpresa». A sentire i residenti le automobili non erano abbandonate: «Una di queste è di una signora che in questo momento si trova fuori sede», aggiungono. Secondo i primi rilievi della compagnia dei carabinieri di Acireale non si sono ravvisati segni di dolo: il rogo di un automobile per irradiamento potrebbe essersi esteso e avere coinvolto le altre due.

Ad aggiungersi a questi fatti ci sono però le diverse macchine bruciate negli ultimi mesi nel centro storico cittadino. I fatti sono avvenuti tutti in momenti diversi e hanno coinvolto via Macello e via Ospedale, quest'ultima poco distante dalla caserma dei vigili urbani. La carcassa di un'automobile carbonizzata è rimasta parcheggiata da queste parti per diverso tempo. In via Macello, invece, si trovano ancora i resti di due vetture bruciate. Gli episodi sarebbero avvenuti tutti in piena notte.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews