Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Castel di Iudica, rubano arance e vengono arrestati
Intensificati controlli dei carabinieri nei fondi agricoli

Davide e Rosario Mannino, rispettivamente 33 e 28 anni, sono stati beccati in flagranza durante un furto in contrada San Giovanni Bellone. In una Renault Twingo e in una Fiat Punto erano stipati circa 400 chili di agrumi appena trafugati. Guarda le foto

Redazione

Ladri di arance arrestati. I carabinieri di Castel di Iudica hanno beccato in flagranza i fratelli paternesi Davide e Rosario Mannino (rispettivamente 33 e 28 anni), poiché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso. Grazie alla telefonata al 112 formulata dalla vittima, che in mattinata aveva già subito un furto simile, i militari sono intervenuti in contrada San Giovanni Bellone. Lì hanno bloccato una Renault Twingo e una Fiat Punto cariche di arance (circa 400 chili) appena rubate nell'agrumeto dell'imprenditore.

Rosario Mannino (classe 1991)

Davide Orazio Mannino (classe 1986)

I veicoli sono stati sequestrati mentre la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Nel comunicato stampa diffuso dai militari, si legge inoltre: «L'Arma invita i proprietari terrieri a chiamare il 112 o direttamente i numeri delle stazioni dei carabinieri per qualsiasi movimento di persone estranee che si registri nei pressi delle loro coltivazioni poiché nelle aree sensibili al fenomeno sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews