Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

«New York, Nuova Delhi o Marrakesh? No Catania»
Le foto della città che fanno fare il giro del mondo

Il social media specialist Gianluca Anastasi ha creato una involontaria campagna di instant marketing e promozione territoriale. «Ho colto aspetti caratteristici ed estremi - racconta a MeridioNews - spero venga voglia di visitarla». Guarda le foto

Marta Silvestre

Un tuffo acrobatico in mare, un matrimonio in carrozza in pieno stile gipsy, file davanti ai camioncini o griglie per strada, una lapa stracarica di cassette di legno. Cartoline che danno l'impressione di avere fatto il giro del mondo. E invece. «No, Catania». L'idea di queste istantanee metropolitane del capoluogo etneo è venuta a Gianluca Anastasi, social media specialist catanese. «L'ho fatta in mezz'ora, mentre stavo sul divano a guardare i Simpson», racconta a MeridioNews.

Una sorta di instant marketing involontario pensato sulla scia della campagna di comunicazione lanciata dal Distretto turistico Sicilia occidentale per promuovere alcuni luoghi dell'Isola, giocando sull'analogia con località turistiche famose in tutto il mondo. La versione catanese di «Caraibi, no è la Sicilia» punta tutto sull'ironia e, in alcuni casi, anche proprio sulla comicità. «Realizzare questa cosa, ha fatto divertire me per primo - spiega Anastasi - Il senso era anche annullare, almeno per un po', il lamento costante tipico della natura di ogni catanese». 

Il fumo della brace su cui si cuoce la carne arrostita fa pensare a Marrakesh; un matrimonio eccentrico come se ne possono vedere solo a Buckingham palace; il camion del paninaro che rimanda subito alle camionette che vendono gli hot-dog per le strade di New York; la statua dello Stallone ferito si immagina di poterla ammirare a Copenaghen; la lapa che trasporta il doppio del suo volume di cassette di legno rimanda subito a Nuova Delhi. E, invece, no: tutto il mondo è città, anzi è Catania. «La mia immagine preferita - risponde l'autore, che ha preso dal web alcune foto scattate nel capoluogo etneo e diventate virali - è quella del ragazzo che si tuffa dal porticciolo di San Giovanni Li Cuti». Una scena che è possibile vedere a ogni inizio di stagione estiva catanese «ma che mi ha fatto pensare subito - dice Anastasi - a Poco do Diablo in Chapada Diamantina, una delle più importanti location al mondo dove si pratica il cliff diving», cioè lo sport estremo che consiste nel tuffarsi in mare da alte scogliere

Guardando le cartoline una dietro l'altra, l'immagine che viene fuori è quella di una città plurale. «La mia intenzione era quella di puntare su aspetti caratteristici, qualche volta anche estremi senza però mai lasciare di Catania un'immagine negativa. In quel caso - sottolinea - sarebbe stato facile giocare, per esempio, con la spazzatura. Forse in queste istantanee la città appare un po' disordinata e caciarona ma credo che in chi la conosce possano anche stuzzicare la voglia di venire a visitarla», conclude Anastasi che, senza volerlo, ha dato vita a una campagna di promozione territoriale. E, per di più, senza errori

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews