Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Blatte, topi ed escrementi. La protesta dei residenti
«Siamo esasperati, vogliamo risposte dalle autorità»

La situazione va avanti da più di anno. Adesso, gli abitanti della zona di via Aosta hanno raccolto le firme e presentato un esposto alle autorità. «Non possiamo vivere tra spazzatura, puzza e animali», dichiara una cittadina a MeridioNews. Guarda le foto

Carmelo Lombardo

«Tutti i giorni dobbiamo fare i conti con le strade piene di escrementi, carcasse di animali morti e un fetore insopportabile. Viviamo una situazione di estremo disagio e anche di pericolo per la salute pubblica e ci sentiamo dimenticati dall'amministrazione». A parlare a MeridioNews è una delle residenti di via Aosta, una traversa di viale Vittorio Veneto nel pieno centro di Catania, tra quelli che hanno presentato un esposto sulla situazione.

Stando a quanto raccontano gli abitanti della zona, la situazione andrebbe avanti da più di un anno e, adesso, sarebbe arrivata agli estremi. Non solo via Aosta, a versare in quelle stesse condizioni sono anche le strade limitrofe, come via Padova e via Olivero Scammacca. «Ogni giorno siamo costretti a convivere con ratti grandi come conigli, blatte e insetti di ogni tipo - lamenta ancora la residente - Tanto che qualcuno ha anche pensato di mettere per strada delle esche avvelenate, costringendo i padroni dei cani a rinunciare alla consueta passeggiata». 

Una situazione che è diventata insopportabile per chi vive nel quartiere residenziale e anche per i genitori che accompagnano i figli che frequentano l'istituto scolastico Mario Rapisardi. «Tutti i giorni - raccontano - chi è con il passeggino è costretto a fare lo slalom tra gli escrementi degli animali. Siamo arrivati davvero all'esasperazione». Tanto che, qualche giorno fa, i cittadini si sono rivolti alle autorità competenti con un esposto che, al momento, conta già più di venti firme. 

La lettera in cui i cittadini definiscono la vicenda «grave e di estremo disagio» è stata sottoposta, oltre che al Comune di Catania, anche all’Asp e ai Nas. I residenti chiedono con urgenza «un intervento straordinario di pulizia e una soluzione a lungo termine e risolutiva». Adesso, si attendono risposte. «L’esposto è stato inviato solo pochi giorni fa. Contiamo in un immediato intervento - concludono i cittadini - perché i due operatori ecologici che svolgono servizio qui non bastano. Infine, speriamo pure che vengano messi i cestini per i rifiuti e quelli appositi per gli escrementi degli animali».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews