Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Aci Catena ha la prima consigliera comunale leghista
Cascio Gioia: «Porto avanti valori di nazione e unità»

Il passaggio è arrivato con il placet del coordinatore locale Luigi Lucchesi. «Sceglieremo gente senza condanne che non cerca poltrone», spiega a MeridioNews. Si erano già avuti segni di presenza del partito di Salvini in città ma senza ufficializzazioni

Carmelo Lombardo

Il carroccio sbarca ad Aci Catena. Proprio stamattina, in consiglio comunale, arriva la presa di posizione di Anna Alessia Cascio Gioia. La consigliera comunale di maggioranza è la prima e, al momento, unica esponente ad aderire alla Lega di Matteo Salvini: passaggio che arriva con il placet del coordinatore locale Luigi Lucchesi e del coordinatore provinciale e sindaco di Motta Sant'Anastasia Anastasio Carrà

Quarantaquattro anni, avvocata, Cascio Gioia si era candidata con la lista civica Con Oliveri per la città, a sostegno dell’attuale primo cittadino di Aci Catena Nello Oliveri. Era subentrata a Consiglio comunale già in corsa, come prima dei non eletti, dopo che Angelo Russo ha scelto di ricoprire soltanto la carica di assessore. «La Lega è un movimento politico che dà ampio spazio ai giovani e alle donne - dichiara Cascio Gioia in una nota - Per me, donna di centrodestra, rappresenta un’opportunità di crescita nell'ottica di conservazione dei valori di popolo, nazione e unità. Viviamo un difficile momento - continua - alla crisi economica si è aggiunta un’emergenza che da sanitaria si è trasformata in sociale, mi riferisco al coronavirus. Le Regioni a guida Lega hanno preso in mano la situazione dimostrando grande capacità e determinazione». 

Al momento, però, non ci sarebbero particolari manovre che la Lega ha in mente di mettere in pratica ad Aci Catena. «Cercheremo di apportare dei ritocchi a un Comune in grave difficoltà economica - commenta a MeridioNews Luigi Lucchesi - Adesso collaboriamo con l’amministrazione per contrastare l’emergenza del coronavirus, che ci preoccupa molto. Il sindaco ha già annunciato che, nei prossimi giorni, verranno presi ulteriori provvedimenti». Lucchesi è già stato eletto al Consiglio comunale con liste civiche nelle due passate legislature guidate da Raffaele Pippo Nicotra e Ascenzio Maesano. Per oltre due anni, inoltre, ha anche ricoperto la carica di presidente del Consiglio comunale

«Oggi si è concretizzato quello che da tempo si era manifestato nelle ideologie di molti catenoti - prosegue Lucchesi - La Lega alle ultime elezioni europee qui ha avuto un ampio consenso con circa duemila preferenze. Credo sia giusto che questi elettori vengano rappresentati in Consiglio». Attualmente, la Lega ad Aci Catena conta circa quaranta iscritti. Già nei mesi scorsi, il movimento locale aveva manifestato la propria presenza nel territorio con una foto che ritraeva Anastasio Carrà insieme ad alcuni esponenti della società civile. Figure della maggioranza come il consigliere Giuseppe Aleo e l’assessore Angelo Russo non hanno mai nascosto la loro vicinanza ad appartenenti al carroccio siciliano, come lo stesso Carrà e la neo europarlamentare licatese Annalisa Tardino. Finora, però, non è arrivata nessuna ufficializzazione.

«Credo che più avanti alcuni politici comunali faranno un chiarimento sulla loro posizione», osserva il coordinatore locale. Che poi spiega il perché della scelta di sostenere il movimento di Matteo Salvini. «Quello che differenzia la Lega da altri movimenti di centrodestra è l’organizzazione verticistica e la serietà che sta dimostrando nel coordinamento. Non siamo ad Aci Catena - continua Lucchesi - perché ci sono problemi legati all'immigrazione: certo, non siamo per accogliere tutti indiscriminatamente, ma siamo aperti alla questione umanitaria, e lo dico soprattutto dall'alto della mia professione di medico». La Lega per Lucchesi è un movimento che avrebbe superato le beghe passate con il Sud e farà un’attenta selezione su chi reclutare. «La lega salviniana è diversa da quella che era guidata da Bossi - prosegue - Sappiamo che molti vanno dove tira il vento, per questo non imbarcheremo tutti e non accettiamo chi è passato da un partito all'altro, ricoprendo vari incarichi politici. Ma soprattutto - conclude - sceglieremo persone che non hanno condanne penali».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews