Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

No Muos, controlli della Digos al presidio
Gli attivisti: «Un attacco che non ci fermerà»

Stamane gli agenti hanno fermato gli attivisti mentre tentavano, insieme a un comitato di mamme di Niscemi, di impedire a dei camion di entrare alla base Usa in cui è in costruzione il Muos. Dopo alcuni controlli, i militari hanno notificato cinque fogli di via e avrebbero tentato di entrare al presidio in contrada Ulmo, per «perquisirlo, ma gliel'abbiamo impedito perché si tratta di proprietà privata», racconta Elvira Cusa. «Torneranno con un mandato, ma i blocchi andranno avanti comunque»

Perla Maria Gubernale

«Continueranno questa repressione, ma non hanno capito che non basta a fermarci. Noi andremo avanti comunque». Non si arrendono i No Muos di Niscemi che, dopo gli scontri con le forze dell'ordine della notte del 10 gennaio all'arrivo delle gru necessarie ad innalzare le antenne dell'impianto satellitare Usa, stamattina al presidio permanente di contrada Ulmo hanno ricevuto la visita degli agenti delle Digos.

Gli agenti sono intervenuti perché gli attivisti, dopo aver ricevuto notizia dell'arrivo di alcuni camion che dovevano entrare alla base militare in cui è in costruzione l'impianto satellitare della marina militare americana, si sono diretti in strada per impedire, con blocchi e barricate, il passaggio dei mezzi. «Insieme al comitato formato da una trentina di mamme, abbiamo bloccato la strada per non farli passare, ma poi è arrivata la polizia», racconta Elvira Cusa dal presidio di Niscemi. Sul posto, i poliziotti hanno fermato i manifestanti, effettuando «blocchi ed identificazioni», oltre ad aver notificato «fogli di via a cinque ragazzi», racconta l'attivista. Provvedimenti che però, secondo i No Muos non sarebbero legittimi. «Sono illegali, li faremo vedere agli avvocati», assicura Cusa.

Nel corso del controlli, in base a quanto racconta l'attivista, i militari avrebbro anche tentato di accedere all'interno del presidio per effettuare delle perquisizioni. «Ma abbiamo chiuso il cancello e non li abbiamo fatti entrare, perché non avevano nessun mandato e si tratta di proprietà privata», racconta Cusa.

Adesso la situazione sembra essere tornata alla normalità, ma gli attisti sono convinti che nel pomeriggio, o nei prossimi giorni, gli agenti torneranno al presidio. «Verranno con un mandato di perquisizione, ne siamo certi», afferma Cusa. «E' stato un attacco diretto a noi».

[Foto di No Muos su Facebook]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews