Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Muos, in arrivo un kit da 5 milioni di dollari
L'entusiasmo dei produttori Usa in un video

La General Dynamics, la società statunitense specializzata in forniture militari e quinto più grande defense contractor del mondo, ha pubblicato su Youtube un video promozionale sul Muos. Dopo aver annunciato sul suo sito che l'esercito americano ha ordinato a dicembre i kit di aggiornamento per i sistemi portatili, per un valore di cinque milioni di dollari, che saranno consegnati in autunno. Nelle immagini promozionali il sistema satellitare che tiene svegli da mesi gli attivisti del No Muos non ha difetti

Agata Pasqualino

«"La comunicazione affidabile è la spina dorsale dell'esercito di oggi. Senza di essa, le vite dei nostri soldati sono a rischio". Siamo d'accordo e per questo siamo entusiasti di fornire all'esercito americano l'aggiornamento delle radio Prc-155 Manpack che consentono la comunicazione con il Muos». Queste sono le parole che accompagnano il video promozionale pubblicato su Youtube il 24 gennaio dalla General Dynamics, la società statunitense specializzata in forniture militari, formatasi in seguito a diverse fusioni e dismissioni, che dal 2008 è il quinto più grande defense contractor del mondo.

Un video in cui si mostrano, con immagini che richiamano alla mente l'inizio dei videogiochi di guerra, apparecchiature e progetti di avanguardia e in cui rappresentanti dell'azienda e dell'ufficio per il Programma delle comunicazioni satellitari della Marina militare degli Stati Uniti d'America (Pmw 146) illustrano le potenzialità del controverso sistema satellitare americano, contro cui da mesi si battono gli attivisti No Muos per impedire la costruzione di una delle sue basi a Niscemi.

[youtube

La General Dynamics sta lavorando allo sviluppo e all'implementazione del sistema di terra del Muos. E l'esercito americano le ha ordinato a dicembre i kit per aggiornare 100 dispositivi An/Prc-155 - i terminali Muos portatili che saranno disponibili per i soldati - per consentire loro di comunicare con il sistema satellitare. Un aggiornamento che permetterà la comunicazione voce e di dati in ogni condizione meteorologica e geografica, secondo i vertici dell'azienda produttrice. «Con un flusso di informazioni simile a quello di uno smartphone le radio Prc-155 permetteranno ai soldati di accedere al sistema di comunicazione del Muos, ovunque vengano utilizzate, a piedi o da veicoli terrestri, navi, sottomarini e aerei», spiegano. I kit saranno consegnati in autunno per un costo di cinque milioni di dollari.

Le prime dimostrazioni di funzionamento dei nuovi dispositivi si sono svolte lo scorso febbraio. «La dimostrazione ha utilizzato una radio An/Prc-155 per la trasmissione di voce criptata attraverso un satellite simulatore Muos e le attrezzature della base terrestre del Muos che saranno presto dispiegatate in Sicilia», si legge nel loro sito. «Questa manifestazione ha dimostrato che il dispositivo Prc-155 a due canali radio è pronto a fornire il collegamento portatile necessario per mettere il potere del Muos nella mani dei combattenti», ha detto Chris Brady, vice presidente delle comunicazioni per la General Dynamics. Nessun accenno ai danni e ai pericoli del nuovo sistema satellitare, con cui - annuncia nel video la voce fuori campo - si vuole «lanciare il futuro». Un futuro che per gli attivisti No Muos invece è pieno di rischi per le persone, la loro salute e la loro sicurezza.

 

[Foto di Marion Doss]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews