Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Coronavirus, pusher a lavoro con guanti e mascherine
In via Capo Passero gli affari non temono il contagio

Abbiamo documentato la vendita di marijuana e cocaina nei giorni in cui gli italiani sono chiamati a restare a casa per affrontare la pandemia. In fila decine di clienti in quella che è la più grande piazza di spaccio del capoluogo etneo

Intenti a distribuire dosi di marijuana e cocaina muniti rigorosamente di guanti in lattice e mascherina per evitare eventuali contagi. Ai tempi della diffusione del contagio da Covid-19 anche pusher e clan mafiosi di riferimento si sono attrezzati. Nessuno è immune dalla paura. Per capirlo è bastato raggiungere la piazza di spaccio più grande della città: quella di via Capo Passero, a San Giovanni Galermo. Storica roccaforte della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano.

«Bello! – strillano gli spacciatori bardati dalla testa ai piedi, vedendoci attraversare la via della droga – veni cà ca avemu roba bona (vieni qui che abbiamo roba buona, ndr)». Davanti a noi ci sono tre postazioni con più di uno spacciatore. C'è quello addetto a tenere le dosi in una busta di plastica e gli altri che si occupano della vendita al dettaglio. Nonostante la situazione generale e l'invito a restare a casa, gli affari non sembrano risentire della crisi. Anzi qualcuno potrebbe avere convertito la psicosi alimentare, con gli assalti ai supermercati, in una corsa al rifornimento di droga. 

Tra le mura dei palazzi di cemento che delimitano la via a tre uscite gli spacciatori discutono, fischiano e gridano, invitando le automobili in circolazione a scegliere un gruppo piuttosto che un altro.

La piazza di spaccio si trova alle spalle di viale Tirreno e ha inizio pochi metri dopo l’isola ecologica, nella quale il 27 marzo dello scorso anno, a seguito dell’operazione denominata Cape Sparrow, la polizia ha arresto 24 persone. Si vendono marijuana e cocaina con gruppi, stando alla ricostruzione degli inquirenti, che fanno riferimento a diverse cosche, alcune anche a conduzione familiare. Da queste parti tutti conoscono personaggi del calibro di Eugenio Minnella, Alessandro Tomaselli e Giuseppe Bellia.

Il territorio viene delimitato seguendo l'ordine dei numeri civici di portoni e palazzi. Spesso si tratta delle abitazioni degli stessi spacciatori. Un controllo del territorio quasi militare in cui si alternano vedete e pusher con turni di lavoro prestabiliti. Da queste parti nessuno sembra avere paura di stare in strada per evitare contatti con le persone. L'unica certezza è che gli affari continuano anche ai tempi del coronavirus

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews