Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Coronavirus, l'arrivo dei siciliani alla stazione di Catania
Tra mascherine e bagagli. Falcone: «Stop treni notturni»

Poco dopo le 16,30, è arrivato il convoglio fermato a Messina per i controlli legati all'epidemia di Covid-19. Qualche decina i passeggeri scesi nella stazione etnea. Ad attenderli la Protezione civile. Guarda il video

Simone Olivelli

Con oltre due ore di ritardo rispetto al previsto è arrivato a Catania il treno partito da Milano ieri sera, accogliendo a bordo decine di persone che hanno deciso di fare rientro in Sicilia nonostante l'invito a rimanere chiusi in casa. La voglia di riavvicinarsi alla famiglia, le difficoltà economiche dettate dal vivere al Nord senza però potere lavorare, paura e incoscienza. C'è forse un po' di tutto dietro un fenomeno che nelle ultime ore ha fatto innalzare la tensione in chi teme che tale scelta possa causare nuovi contagi. Ormai infatti è chiaro che il Covid-19 può essere trasmesso anche da asintomatici. 

Fuori dalla stazione Centrale di Catania ci sono gli uomini della Protezione civile che distribuiscono materiale informativo ai passeggeri. Un cane gironzola, è l'unico a non temere conseguenze. Bagagli in mano, molti con le mascherine, c'è chi ha trovato un genitore ad attenderlo, chi un amico. Pochi i saluti, anche se qualcuno si lascia andare in un abbraccio imprudente. Per ognuno di loro adesso scatta l'obbligo di quarantena domiciliare per 14 giorni. Un dovere che sarà esteso anche ai familiari conviventi nel caso in cui le abitazioni non siano attrezzate di servizi igienici dedicati. Una disposizione, quest'ultima, introdotta ieri sera dal governo Musumeci con una nuova ordinanza regionale. 

«Non abbiamo numeri certi delle persone tornate in Sicilia - dichiara a MeridioNews l'assessore ai Trasporti Marco Falcone -. Dovrebbero essere all'incirca un centinaio. Un po' meno rispetto a ciò che si era pensato in un primo momento. In ogni caso ognuno di loro adesso dovrà attenersi alle prescrizioni». Difficile però verificare se le famiglie rispetteranno la quarantena. «Non possiamo verificare le condizioni abitative di ognuno, e quindi in linea teorica la legge può essere aggirata, però noi ci aspettiamo un senso di responsabilità importante da parte di chi ha deciso di rientrare in Sicilia nonostante - sottolinea Falcone - l'invito chiaro a non spostarsi».

In tema di tratte ferroviarie l'assessore annuncia la soppressione di notturni che collegano il Nord con il Sud. « Abbiamo ottenuto la cancellazione da Trenitalia. Per ora rimarrà solo una corsa diurna, ma se le cose dovessero peggiorare siamo pronti a ulteriori strette», conclude Falcone. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews