Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

La spesa come un'evasione e le videochiamate
Racconti dalla quarantena di grandi e bambini

Non annoiarsi e farsi compagnia anche a distanza. Sembra essere questa la principale esigenza di migliaia di persone che con senso civico e responsabilità hanno deciso di restare a casa. Abbiamo raccolto alcune storie 

Dario De Luca

Il tragitto per raggiungere il supermercato e i minuti trascorsi vicino casa per una passeggiata con il cane. Per tantissime persone sono questi gli unici momenti fuori dalle mura domestiche. Quella di oggi è la prima domenica dell'Italia protetta trasformata in zona arancione. Per tutti l'obbligo è quello di limitare al massimo spostamenti e uscite perché da battere c'è un nemico invisibile ma terribilmente pericoloso. La vita in quarantena è una novità per tutti, anche a Catania. Non annoiarsi e farsi compagnia a distanza è l'obiettivo di tutti.

«Io e i bimbi siamo letteralmente segregati in casa da domenica pomeriggio - racconta Maria Grazia a MeridioNews - Mio marito è l'unico che esce e lo fa soltanto per questioni lavorative, per fare la spesa o andare in farmacia. Confesso che non è facile, in particolare, tenere in casa un bambino di otto anni e, soprattutto, fargli accettare il fatto che non può neanche andare dalla cuginetta o ricevere visite di parenti e amici». Per i più fortunati i giardini privati sono una valida valvola di sfoga. A casa di Paolo, a Pedara, i suoi tre figli hanno improvvisato un percorso a ostacoli da affrontare in bicicletta. In alternativa ci sono gli ostacoli per gli allenamenti di atletica leggera. 

I genitori in questi giorni si sono inventati praticamente di tutto, raccogliendo positivamente l'invito alla creazione dei disegni della campagna Andrà tutto bene. In alcuni casi anche le faccende domestiche possono diventare un gioco. «Svolgiamo insieme i compiti che le maestre assegnano, quasi quotidianamente, sul portale - continua la mamma - prepariamo dolci, coloriamo, facciamo giardinaggio e andiamo spesso di panno swiffer. L'ho anche coinvolto nel restauro di un vecchio tavolino: ha usato carta vetrata e pennello. La nostra piccolina di sette mesi richiede meno impegno sotto questo punto di vista: le bastano cinque pappe al giorno ed altrettanti cambi di pannolino per sorridere teneramente».

Per gli anziani e gli over 70, che sono i soggetti più a rischio, il copione è diametralmente opposto. L'unica uscita è quella per andare a fare la spesa. I contatti con i figli, quando non dettati da necessità particolari come stabilito dal decreto, passano unicamente per telefonate e videochiamate tramite Whatsapp. «Negli ultimi sette giorni sono uscita una volta sola per andare al supermercato sotto casa. Prima però ho controllato quanta fila c'era dal balcone», racconta a MeridioNews una pensionata di Catania. «Bisogna stare lontani - continua - mi servivano due uova e le ho chieste a gesti, nessuna parla perché ha paura del contagio».

Ogni persona ha una storia da raccontare. Tanti stanno sfruttando la quarantena per seguire artisti, cantanti, attori e musicisti, che stanno utilizzando i social per i loro live. Francesco, 27 anni, originario di Bronte, ha impegnato il pomeriggio di venerdì seguendo le lezioni di chitarra di Alex Britti in diretta su Instagram. «Per un po' - dice - non pensi ai tanti giorni che ancora ci separano dalle fine di tutto questo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews