Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, il presidente Davide Franco è dimissionario
In bilico anche Di Natale? Il 18 marzo giorno decisivo

Le dimissioni rassegnate dal presidente Franco possono innescare uno tsunami: nel consiglio d'amministrazione di mercoledì 18 si discuteranno le sorti dei vertici societari. Il destino dell'ad Giuseppe Di Natale è nelle mani del patron Nino Pulvirenti

Giorgio Tosto

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Una nuova valanga rischia di travolgere il Calcio Catania. Le possibili dimissioni del presidente del club Davide Franco, anticipate lo scorso lunedì dalla testata giornalistica Unica Sport, potrebbero infatti innescare un effetto domino che andrebbe a smantellare l'intera dirigenza. Tutto sarà deciso nel Consiglio d'amministrazione di mercoledì 18 marzo. Nel caso in cui la proprietà del club accettasse la posizione assunta dal massimo dirigente rossazzurro, infatti, tutte le cariche sarebbero azzerate: non è da escludere, in tal senso, che il patron Antonino Pulvirenti possa dunque rivoluzionare il CdA, estromettendo l'attuale amministratore delegato Giuseppe Di Natale. Anche il vice-presidente Giuseppe Gitto  potrebbe abbandonare via Magenta. «Il momento è delicato», dice Di Natale a MeridioNews prima di chiudersi in un no comment.

Si tratterebbe di una mossa a sorpresa: il successore di Pietro Lo Monaco, infatti, ha svolto un'importante opera in coppia con mister Cristiano Lucarelli nel rasserenare l'ambiente, costituendo una guida sicura. Le difficoltà non sono mancate e lo stesso Di Natale lo ha sempre dichiarato. La sua estrema chiarezza, unita a un approccio assai professionale, ha senza dubbio contribuito all'impennata nelle prestazioni di capitan Marco Biagianti e compagni. Lo stop al campionato, nell'ambito delle misure atte a contrastare la pandemia da Covid-19, ci ha lasciato in dote un Catania reduce da sei risultati utili consecutivi: quattro vittorie, due pareggi e un quinto posto a portata di mano.

Nonostante questi dati incontrovertibili, però, Pulvirenti potrebbe decidere di cambiare comunque. Il nome considerato in pole position per sostituire Di Natale è quello del commercialista Gianluca Astorina. È evidente come il passaggio del 18 marzo costituirà in ogni caso un bivio fondamentale per il destino della società rossazzurra nel breve e medio periodo. Col nuovo amministratore delegato in plancia di comando, infatti, l'intera struttura pare aver raggiunto un equilibrio importante: elemento potenzialmente decisivo anche nel caso di eventuali trattative per il cambio di proprietà. Se ci sarà un cambiamento radicale, invece, l'effetto domino potrebbe avere proporzioni inattese.

Non è infatti da escludere che l'addio di Giuseppe Di Natale possa anche portare l'allenatore Cristiano Lucarelli a compiere un passo simile, con clamorose e ovvie ricadute anche sulla stabilità del gruppo di giocatori ai suoi ordini. Al momento, però, lo spettro di possibilità è molto ampio. Il verbale del consiglio d'amministrazione è infatti ancora aperto, e le dimissioni di Franco sono sul tavolo: tutto può succedere, anche scenari che al momento appaiono improbabili. La speranza è che, in ogni caso, il bene e la sopravvivenza stessa della società vengano considerati come elementi primari al momento di prendere le decisioni definitive. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews