Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Covid-19: alle Ciminiere letti e bagni per i clochard
«Sono a rischio, misure necessarie contro i contagi»

Nella struttura alle persone in difficoltà saranno forniti anche indumenti, un kit igiene e prodotti igienizzanti per fronteggiare la pandemia da coronavirus. «Un modo per monitorarli anche sotto il profilo sanitario», dicono dal Comune di Catania

Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

«Azioni mirate e specifiche, stabilite con il prefetto, che agevolano indispensabili percorsi di isolamento individuale da quarantena di tutti quei soggetti che non hanno un tetto». Bagni, docce e posti letto per i clochard saranno attrezzati nel plesso Le Ciminiere (in piazzale Rocco Chinnici, ex piazzale Asia) di Catania. Così fanno sapere il sindaco Salvo Pogliese e l'assessore ai Servizi sociali Giuseppe Lombardo. Nella struttura di proprietà della città metropolitana alle persone in difficoltà saranno forniti anche indumenti, un kit igiene e prodotti igienizzanti per fronteggiare il contagio da coronavirus.

Al momento, la quarantena dei senzatetto sembra essere impossibile. «Tutti devono rimanere a casa. Ma se uno non ha casa, come deve fare?». Era stata questa la domanda che aveva fatto Giorgio, vicino alla sua baracca in piazza Pietro Lupo, davanti alle telecamere di MeridioNews durante il giro serale insieme all'unità di strada. Il servizio che, da dicembre, è stato appaltato dal Comune di Catania al consorzio Sol.co e viene gestito dalla cooperativa Mosaico, centro di prossimità della fondazione Èbbene.

«Si tratta di un’attività che si inserisce nel rafforzamento delle azioni intraprese a beneficio dei senzatetto, anche quali potenziali soggetti a rischio contagio, in un contesto emergenziale sanitario di dimensioni straordinarie». Un'attività che si svolge tramite il coordinamento dell'ufficio inclusione sociale dell’assessorato ai Servizi sociali con volontari e operatori di Croce rossa, fondazione Ebbene, cooperativa Mosaico del Consorzio Sol.co-Rete di Imprese sociali siciliane, accoglienza e solidarietà e Insieme onlus e comunità di Sant'Egidio. Un modo per avere la possibilità di monitorare i senzatetto anche sotto il profilo sanitario, «al fine di segnalare gli eventuali casi-limite all’Asp», spiegano dal Comune di Catania.

Inoltre, sono a disposizione 50 posti letto in diverse strutture cittadine per i senzatetto che saranno informati e sensibilizzati sulla necessità di una dimora per evitare il contagio da Covid-19. «Sono posti letto aggiuntivi - dicono - che fanno parte dell’intervento, inserito all'interno del progetto Habito finanziato con i fondi del Pon Metro, degli alloggi a bassa transizione, affidato in appalto alla fondazione Ebbene, che prevede azioni di sostegno, accompagnamento e controllo sanitario da parte di un’equipe specializzata di educatori e operatori sanitari». A questi vanno aggiunti altri dieci posti letto messi a disposizione dalla comunità salesiana di San Gregorio.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews