Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

La distilleria che dà l'alcool a UniCt per il disinfettante
«Un impegno per dare umanità allo spirito dell'azienda»

La storica distelleria dell'Etna dei fratelli Russo, tramite la collaborazione con Università e protezione civile ha messo «l'alambicco a disposizione della collettività», racconta a MeridioNews la responsabile commerciale Anna Maugeri Russo. Guarda le foto

Marta Silvestre

«Dare umanità alle cose che si realizzano». È questo il senso che ha spinto la distilleria dell’Etna dei fratelli Russo di Santa Venerina a mettere a disposizione professionalità e una delle materie prime. «Siamo stati contattati dall'Università di Catania per una collaborazione - racconta a MeridioNews la responsabile commerciale dell'azienda Anna Maugeri Russo - e, senza neanche pensarci, abbiamo deciso di impegnarci per il nostro territorio». Nasce così l'accordo con la protezione civile regionale e con il dipartimento di Scienze chimiche e di Scienze del farmaco di UniCt per realizzare una soluzione disinfettante, fatta seguendo le linee guida dell'Oms, con l'alcool puro fornito dalla distelleria

«Siamo contenti di potere dare un contributo concreto per l'emergenza coronavirus», spiega la donna parte della quinta generazione che porta avanti l'azienda nata nel 1870 ai piedi dell'Etna, che quest'anno festeggia 150 anni di attività. Alcool grezzo, alcool puro, acquaviti di frutta, brandy e grappe utilizzati per produrre liquori e distillati. Adesso, quello stesso alcol puro che si usa per fare i liquori, viene utilizzato per produrre il disinfettante

«È il prodotto migliore possibile, molto più pregiato del comune alcool rosso - spiega Maugeri - Tramite la protezione civile, siamo riusciti a ottenere dalla dogana di Catania anche che l'Università non pagasse le accise per l'alcool puro. Una bella sinergia tra diverse realtà per riuscire a portare un beneficio reale a tutta la comunità». Una fornitura dello stesso alcool la distilleria l'aveva già messa a disposizione del Comune di Santa Venerina in questo periodo di emergenza Covid-19. 

«Stiamo facendo semplicemente una cosa giusta, è la nostra forma di impegno civile per dimostrare il grande amore per il nostro territorio», spiega Anna che, oltre a essere la responsabile commerciale, è la moglie di Alessandro Russo. È lui l'amministratore unico che gestisce, insieme al cugino Aurelio e a un'altra dozzina di dipendenti, l'azienda storica dei fratelli Giuseppe e Salvatore Russo portando avanti l'antica arte dei mastri distillatori siciliani.

«Adesso che è necessario, mettiamo il nostro alambicco al servizio della collettività e delle esigenze sanitarie». Uno strumento solitamente utilizzato per produrre grappe, brandy e acquaviti di frutta, al momento fornisce una componente essenziale della soluzione disinfettante prodotta dall'Università di Catania per conto del dipartimento della protezione civile regionale. È l’alcool etilico che agisce sul virus e che è l'83 per cento del prodotto; la restante parte è composta da acqua ossigenata e glicerina. La soluzione igienizzante viene distribuita a forze dell’ordine, polizia, tribunali, preture, prefetture, carceri, croce rossa, vigili del fuoco e anche a diversi Comuni e strutture sanitarie.

«L'inaspettata esigenza sanitaria ci ha ricordato l'essenza della nostra azienda - aggiunge Anna - Siamo una distilleria, siamo legati alla terra e al territorio, al vino e allo spirito, nel vero senso del termine, cioè all'anima stessa della Sicilia», conclude la responsabile commerciale della distilleria Russo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews