Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Se i bambini scrivono favole per gli altri bambini
Un libro per combattere anche la paura del virus

Dodici racconti sono già online. Gli altri, invece, sono in attesa di essere scritti da bimbi in degenza ospedaliera. La scrittrice Laura Sciacca libera la fantasia dei più piccoli per trasformare in storie i loro timori

Antonia Maria Arrabito

È un prato fiorito quello in cui crescono le fiabe e le favole realizzate dai bambini per i loro coetanei. Questa l’immagine che ha ispirato il titolo del libro virtuale Fiabe in un prato fiorito, ideato e pubblicato senza scopo di lucro dalla docente e scrittrice Laura Sciacca. «Nelle storie inviate dai bambini in questo periodo anche il coronavirus viene sconfitto», racconta lei a MeridioNews. In corso il progetto di una seconda edizione, che coinvolge anche bambini ricoverati in ospedale. 

La favola intrattiene, fa addormentare i bimbi la sera e, addirittura, li cura. «Dopo aver scritto le prime per allietare i miei figli, le ho studiate anche a livello teorico – prosegue Sciacca – E ho scoperto che hanno una funzione curativa, tanto che la fiabaterapia è diventata una branca della psicoterapia». Madre, docente alla scuola media catanese Cavour, Laura Sciacca dal 2016 è anche una convinta scrittrice per ragazzi. Dopo avere pubblicato il suo primo lavoro – L’ingrediente segreto – scritto a quattro mani con un suo alunno ipovedente, non ha più smesso. «La fiaba guarisce, perché consente al bambino di esprimere emozioni che altrimenti terrebbe dentro, magari anche solo perché è troppo piccolo», spiega. 

Motivazione che l’ha spinta ad ideare Fiabe in un prato fiorito, pubblicato online e contenente dodici storielle brevi – due nate dalla sua penna - scritte da adulti, bambini e a quattro mani da genitori e figli. «Ho lanciato l’idea su Facebook ed è stata accolta. Il tema era libero, ma alcuni bambini hanno sentito la necessità di rappresentare il Covid e di sconfiggerlo con le armi della fantasia, ad esempio la magia. Inizialmente lo hanno descritto come qualcosa di terribile ma alla fine l’hanno vinto. Si tratta di un modo per abbattere la paura ed esprimere la speranza che la pandemia finisca presto. È importante che questo accada nel loro mondo, quanto meno a livello fantastico. Altri hanno rappresentato animali, che ricorrono spesso». 

Un’idea che inverte il rapporto del bambino con la narrazione, di cui non è più lettore passivo, ma addirittura autore. Un’intuizione evidentemente terapeutica, tanto da aver attirato l’attenzione di Abio Catania, Associazione per il bambino in ospedale. «Sono stata contattata per estendere anche a loro il progetto – spiega la scrittrice - dato che i componenti della associazione non possono più andare a rallegrarli, a causa delle restrizioni da Covid-19. Richiesta che ho accolto con entusiasmo, facendomi molto piacere l’idea di alleggerire la degenza dei piccoli ammalati». Ciò con l’obiettivo di realizzare una seconda edizione creata proprio con i testi inviati dai bambini attualmente ricoverati.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews