Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Abusa ripetutamente della figlia 12enne della compagna
La bambina racconta tutto. Arrestato un uomo di 42 anni

Una storia di violenze sessuali consumate tra le mura di casa. La vittima ha cominciato a subirle quando aveva nove anni e in casa è entrato il nuovo compagno della madre, dopo la separazione di quest'ultima dal marito e padre naturale della piccola

Redazione

Foto di: Matteo Dellabella Photography

Foto di: Matteo Dellabella Photography

Prima la «abbracciava forte», poi ha cominciato a violentarla e ha continuato a farlo per anni. Un catanese di 42 anni è stato arrestato con l'accusa di abuso sessuale continuato su minore. L'uomo avrebbe abusato della bambina da quando lei aveva circa nove anni e finché non ne ha compiuti 12.

Questa storia comincia anni fa: dopo la separazione dei genitori, la bambina si è ritrovata a vivere con il nuovo compagno della madre e i tre figli di lui, una femmina e due maschi, uno dei quali minorenne. Presto, però, l'uomo aveva cominciato a manifestare attenzioni particolari nei confronti della piccola. «Mi abbracciava forte», avrebbe detto lei. Finché, l'estate successiva, l'uomo avrebbe cominciato ad avere rapporti sessuali con lei.

Prima le avrebbe detto «Così impari», costringendola a masturbarlo, e poi si sarebbe spinto oltre. Quando la madre e i fratelli non c'erano, o erano al piano di sopra. Oppure quando compagno della madre e bambina si trovavano insieme, da soli, in una casa di campagna

Una volta l'uomo si sarebbe fatto trovare nudo, e poi avrebbe costretto la ragazzina a vedere, sul proprio telefonino, alcuni video di sua madre intenta ad avere con lui rapporti sessuali. La bambina, nonostante la paura dovuta al possesso di una pistola da parte dell'uomo, ha trovato il coraggio di confidarsi con la figlia di lui, ormai diventata maggiorenne. Così quest'ultima le ha raccontato di essere stata vittima degli stessi abusi

La bimba ha dunque raccontato i fatti anche a sua madre e alla madre dell'uomo. Le due lo hanno solo rimproverato e hanno accettato le sue scuse e la sua promessa di non fare più del male alla bambina. Da quel momento, però, l'uomo ha cominciato a vessarla. Tanto a spingerla a chiedere di andare a vivere con il padre naturale

La serenità ritrovata è stata bruscamente interrotta da una visita della madre e del convivente. Nel salutarla, l'uomo l'ha di nuovo «abbracciata troppo forte». La piccola ha quindi denunciato tutto alla nuova compagna del padre e alla nonna. Le indagini sono partite così. E adesso il 42enne è stato portato in carcere

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×