Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Un documentario per raccontare le vite in lockdown
Regista: «Daremo voce a chi è rimasto in silenzio»

Lo stanno girando in questi giorni nelle vie, nelle case e nelle attività catanesi, dando voce a chi, per troppo tempo, è rimasto in silenzio. «Protagonista sarà tutta la società civile», dice a MeridioNews il regista Giancarlo Cutrona

Giorgia Lodato

Raccontare il dramma e la vita ai tempi del Covid-19 attraverso le voci di chi non si è fermato, di chi ha continuato a lavorare, e di chi, invece, ha dovuto mettere un freno e riprogettare il futuro. Che ormai, è presente. È questo l’obiettivo del film-documentario Lockdown - Le voci della città, che vedrà il regista Giancarlo Cutrona e il fotografo Giampiero Gangi impegnati nelle riprese per le vie, le case e le botteghe di Catania fino al 20 maggio.

Partendo dalle storie e dalle testimonianze di cittadini comuni, il documentario intraprende un viaggio nell’intimità di ognuno di noi. Un’indagine sociale che mira a scavare dentro le paure, le ansie e le speranze tipiche di questo periodo di emergenza coronavirus. «Siamo sempre alla ricerca di personaggi che possano raccontarci qualcosa di interessante», dice a MeridioNews Giancarlo Cutrona, che finora è entrato in contatto anche con alcune strutture alberghiere e B&B. «Ci sono ragazzi giovanissimi che hanno fatto un grosso investimento e sono rimasti con le mani in mano per tutta la stagione, ma anche albergatori che stanno ospitando studenti Erasmus che, invece di viversi la città e godersi la Sicilia, sono costretti a rimanere bloccati in un hotel, per via della situazione che stiamo vivendo».

Il documentario è ancora in corso di realizzazione e, per quanto si possano avere le idee chiare su ciò che si vuole ottenere, non si sa mai chi si incontra durante il proprio cammino, quale storia può venire fuori parlando con le persone. «Quali sono i segni che ha lasciato questo evento dentro di noi? Rimarremo legati alla paura o parleremo presto di cicatrici risanate? Come ci rapporteremo con gli altri? Ma, soprattutto, riusciremo ancora a pensare al presente e a immaginare il futuro?». Sono queste alcune delle domande a cui il film-documentario si pone l'obiettivo di rispondere. 

Tra gli intervistati ci dovrebbero essere anche alcune delle figure religiose che si stanno occupando delle mense sociali e della Caritas e un autista dell’Amt che «non racconterà del servizio vero e proprio, ma delle paure, dei timori, delle sensazioni e dei rischi corsi durante i viaggi per le strade deserte di Catania». Tutto, comunque, è ancora da definire in corso d'opera.

«Protagonista sarà tutta la società civile - chiarisce il regista - quella formata da lavoratori, giovani e da tutta la parte di popolo che in questi mesi è stata silenziata perché ha dovuto ascoltare la voce dell’autorità e dei media per il bene comune. Lo abbiamo fatto spesso in solitudine - sottolinea Cutrona - senza avere modo di confrontarci con gli altri se non attraverso i social e le videochiamate. A parte questi strumenti tecnologici, però, la società non ha avuto i mezzi per esprimere la propria opinione in maniera adeguata. Per questo - aggiunge - ci è venuta l’idea di girare un documentario che possa dare voce a chi ci potrà raccontare, in modo nuovo e più approfondito, la parte più sentimentale, personale e intima della vicenda».

Tutte le interviste saranno fatte rispettando le precauzioni che il delicato momento impone. A distanza, utilizzando dei microfoni specifici, senza rinunciare mai alle mascherine. «Pensiamo - continua Cutrona - di utilizzare la voce fuori campo e riprendere momenti di vita quotidiana nelle abitazioni». Momenti che, non appena il documentario sarà pronto, verranno presentati ai Festival dedicato ai cortometraggi, nella speranza di lasciare un segno e di non dimenticare mai questa inaspettata parentesi che passerà alla storia. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews