Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, spedizione punitiva dopo offese a una donna
Quattro persone fermate per duplice tentato omicidio

Tre colpi di arma da fuoco contro la porta dell'abitazione. Inoltre, per il raid sarebbero stati usati anche un'ascia, una spranga di ferro, una stecca da biliardo e diverse pietre. Gli appartenenti a una famiglia di caminanti adesso sono in carcere. Guarda la foto

Salvatore Caruso

Una spedizione punitiva dopo una lite tra componenti di una famiglia di caminanti di Adrano. Quattro sono le persone adesso accusate di duplice tentato omicidio, porto e detenzione abusiva di armi da fuoco e danneggiamento. Si tratta di Bartolo Restivo (56 anni), Carmela Felice (52 anni), Salvatore Restivo (24 anni) e l'omonimo Salvatore Restivo (31 anni). Tutto sarebbe nato «dal linguaggio utilizzato dalle vittime durante un litigio con una donna», come spiegano dal commissariato di Adrano. 

Carmela Felice

Bartolo Restivo

Salvatore Restivo

Salvatore Restivo

Da qualche parola di troppo detta da una donna di 37 anni, e dal figlio 19enne, nei confronti della madre della donna, sarebbe scoppiato il raid punitivo. Dalle parole, poi, si è passati ai fatti: tre colpi di arma da fuoco contro la porta di casa (i poliziotti hanno ritrovato tre bossoli di pistola) e anche colpi con un'ascia, con una spranga di ferro, con una stecca da biliardo e con diverse pietre

I fatti si sono verificati sabato scorso intorno alle 13. Alla sala operativa del commissariato è arrivata una telefonata che segnalava l'esplosione di spari in una strada del centro cittadino. Sul posto è intervenuta una volante. «I caminanti sono stanziali ad Adrano e, di solito, vivono pacificamente sparsi in diverse zone del territorio», precisano dalla questura di Catania. I quattro sono stati fermati e adesso si trovano in carcere nell’attesa dell’udienza di convalida da parte del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catania

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews