Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Minorenne gestiva un negozio abusivo di ricambi
«Unico modo per tenerlo fuori da giri criminali»

Il padre si è giustificato così quando si sono presentati nella sua attività gli agenti di polizia. L'uomo, in passato denunciato per reati contro il patrimonio, pagava in nero l'affitto e l'immobile non aveva l'impianto elettrico a norma

Redazione

La polizia ha scoperto un minorenne che gestiva un'attività commerciale abusiva di autoricambi usati nel rione popolare Zia Lisa. Nella struttura la polizia ha anche trovato un impianto elettrico non a norma, l'assenza di estintori e il rischio di caduta dall'alto di pesanti oggetti in vendita. Il padre, in passato denunciato per reati contro il patrimonio, ha spiegato che per tenerlo lontano da ambienti criminali aveva deciso di fare lavorare con se' il figlio, che riteneva sufficientemente maturo da lasciarlo da solo. 

L'uomo, che percepisce sussidi statali e gestisce l'attività abusiva da dieci anni, pagava anche in nero l'affitto del locale. Il minorenne è stato affidato alla madre. Il padre è finito indagato in stato di libertà per sfruttamento del lavoro minorile con l'aggravante di avere impiegato il ragazzo in lavori pesanti e in luoghi non sicuri. Denunciato pure per gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×