Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, ancora problemi al distaccamento pompieri
Saltano due turni e si attende l'apertura a Palagonia

La carenza di personale viene da tempo denunciata dal sindaco Usb vigili del fuoco Sicilia. A coprire la mancata operatività le sede di Paternò e quella dei volontari di Maletto. «Entro l'estate questione risolta», dicono dal Movimento 5 stelle

Salvatore Caruso

Foto di: Usb Vigili del Fuoco

Foto di: Usb Vigili del Fuoco

In meno di 48 ore il distaccamento dei vigili del fuoco di Adrano è rimasto chiuso per mancanza di personale. La squadra dei pompieri che doveva operare dalle 20 di sabato alle 8 di domenica, considerata l’assenza di due unità (una squadra è composta da cinque elementi) e non essendoci all'interno del comando provinciale altri rimpiazzi, non era operativa: da qui la decisione di chiudere il distaccamento per quel turno di lavoro. Da premettere che lo stesso problema si è presentato con la stessa squadra di vigili del fuoco per il turno di venerdì che andava dalle 8 alle 20. A coprire la mancata operatività dei pompieri di Adrano i colleghi del distaccamento di Paternò e i vigili del fuoco volontari di Maletto

La carenza del personale è una tematica che si ripete da tempo. Una problematica portata avanti da Carmelo Barbagallo, coordinatore regionale Usb vigili del fuoco Sicilia, il quale è seriamente preoccupato anche per la non apertura del distaccamento di Palagonia. Da anni si attende l’operatività di questo ulteriore distaccamento che andrebbe ad alleggerire il lavoro dei pompieri dei distaccamenti di Caltagirone, Catania Nord e Sud, nonché quello dei volontari di Vizzini

I deputati alla Camera del Movimento cinque stelle Gianluca Rizzo (presidente della commissione Difesa) ed Eugenio Saitta (componente della commissione Giustizia) assieme al deputato regionale all'Ars Francesco Cappello, hanno assicurato che il distaccamento di Palagonia aprirà a breve. «Siamo tornati a sollecitare la piena operatività del distaccamento di Palagonia e attualmente sono in corso le assegnazioni del personale - hanno detto i deputati pentastellati -. In quest'ultimo caso l'emergenza sanitaria ha frenato l'iter dei percorsi di formazione provocando fisiologici rallentamenti. Adesso il percorso sta proseguendo ed entro l'estate siamo certi che potremo inaugurare la piena funzionalità del distaccamento».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×