Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Condannato per abuso d'ufficio ex direttore dello Iacp
Schilirò Rubino alla sbarra per due note disciplinari

La sentenza di primo grado, due anni e tre mesi, è stata emessa dalla terza sezione penale del tribunale di Catania, presidente Maria Pia Urso. Dietro la vicenda c'è la denuncia di un impiegato a cui venne bloccato lo stipendio

Dario De Luca

Condannato a due anni e tre mesi di reclusione per abuso d'ufficio. Si conclude così il primo atto del processo a Santo Schilirò Rubino, l'ex direttore generale dell'Istituto autonomo casa popolari di Catania. A deciderlo nei giorni scorsi sono stati i giudici della terza sezione penale del tribunale etneo presieduti da Maria Pia Urso. L'imputato è stato condannato anche «al risarcimento del danno alla parte civile - si legge nel dispositivo - e rimette le parti davanti al giudice civile per la liquidazione». 

La storia di questo processo, alla fine della requisitoria come sottolineato da Iene Sicule la procura aveva chiesto l'assoluzione, è legata a una presunta ingerenza di Rubino nei confronti di un dipendente: l'impiegato Maurizio Redi. Destinatario nel 2010 e nel 2011 di due provvedimenti disciplinari con conseguente blocco dello stipendio. Con ogni probabilità, dopo il deposito delle motivazioni, si andrà in Appello.

Rubino non è nuovo a guai con la giustizia. Aveva superato, grazie alla prescrizione nel 2016, un altro processo legato alla sua gestione all'interno dell'istituto. Insieme a lui alla sbarra, accusati a vario titolo di abuso d'ufficio, truffa e falso ideologico, erano finiti quattro dipendenti e sei beneficiari. Secondo l'ipotesi dell'accusa, sostenuta in aula dal magistrato Andrea Bonomo, Rubino avrebbe assegnato alcuni alloggi senza i requisiti previsti dalla legge ad amici e parenti. Condotte comunque risalenti al biennio 2006-2007 con il rinvio a giudizio arrivato nel 2011 su decisione della giudice Francesca Cercone. Nato nel 1950 a Bronte, Rubino è andato in pensione nel 2014. Concludendo una lunga carriera cominciata nel 1972 e una direzione partita nel 1982

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews