Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Collegio difesa, Pogliese nomina cinque legali esterni
Costo 60mila euro l'anno. «Una beffa inaccettabile»

Un determina firmata dal sindaco di Catania ufficializza i nomi degli avvocati. Tre di loro erano già stati scelti a febbraio 2019, salvo poi vedersi revocare l'incarico per il nodo trasparenza. Nonostante l'avviso pubblico la scelta è stata comunque discrezionale

Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Cinque avvocati esterni per comporre lo scacchiere del collegio di difesa del Comune di Catania: costo 60mila e 902 euro l'anno fino alla fine del mandato del sindaco Salvo Pogliese. A farne parte saranno Felice Giuffrè, Emilio Castorina, Giuseppe Marletta, Giuseppe Sileci e Pier Giuseppe Pappalardo. Il loro compito sarà quello di rapportarsi con l'amministrazione nel caso di procedimenti giudiziari di vario genere. I legali, come messo nero su bianco in una delibera sindacale pubblicata oggi nell'albo pretorio di Palazzo degli elefanti, sono stati selezionati da una rosa di nove aspiranti che hanno inoltrato la loro candidatura. La procedura si è svolta tramite avviso pubblico. Sul tavolo del sindaco è arrivata una griglia di nomi ma poi è stato lo stesso Pogliese a valutare e scegliere i legali che resteranno in carica fino alla durata del suo mandato.

Dietro l'operazione, in un Comune segnato da un dissesto che supera 1,5 miliardi di euro e con il primo cittadino che attende la sentenza di primo grado nel processo per le presunte spese pazze all'Ars - per lui la procura di Palermo ha chiesto quattro anni e tre mesi - il nodo del collegio di difesa si porta dietro una polemica iniziata a febbraio 2019. Periodo in cui proprio Pogliese aveva nominato quattro consulenti legali esterni. Tra i nomi scelti già allora c'erano Giuffrè, Castorina e Sileci. Nomine contestate dal Movimento 5 stelle e da Catania bene Comune perché fatte «senza nessun avviso pubblico» in un Comune che, tra le altre cose, ha già un ufficio legale interno. 

La vicenda, bollata come una «strumentale interpretazione» attraverso una nota di Palazzo degli elefanti, è passata indenne anche da una mozione, presentata dal Movimento 5 stelle, per abolire il collegioAlla fine il dietrofront dell'amministrazione era arrivato: Collegio revocato per l'assenza di bilancio stabilmente riequilibrato e nuovo avviso pubblico. La sostanza però, a conti fatti, non è cambiata. Sia perché a scegliere i componenti è stato sempre il sindaco ma anche perché tre legali su quattro già scelti nel 2019 sono di fatto stati riconfermati. «La città oggi sta tentando di rimarginare le ulteriori ferite inflitte dal lockdown, la situazione economica è emergenziale, mancano i soldi per quasi tutti i servizi - scrive Matteo Iannitti Catania Bene Comune - Nominare consulenti pagati con fondi comunali, per un organo di conclamata inutilità e comunque superfluo, appare come una beffa inaccettabile».

Felice Giuffrè è un costituzionalista professore di diritto al dipartimento di Scienze Politiche e Sociali ed è sposato con Ida Nicotra, componente dell'Autorità anticorruzione e tra i saggi, area Pdl e poi Nuovo centro destra, scelti dall'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per riformare la carta costituzionale. Avvocato penalista, Giuseppe Marletta nel 2012 è stato nominato assessore proprio al Comune di Catania dall'allora sindaco Raffaele Stancanelli. Con Salvo Pogliese è stato prima all'Asec Trade e poi presidente della società partecipata Multiservizisalvo poi autosospendersi per un presunto vizio di inconferibilità. Giuseppe Sileci, avvocato civilista, è stato per un triennio, dal 2008 al 2011, presidente dell'Associazione italiana dei giovani avvocati. Insegna invece a Giurisprudenza all'università di Catania, l'avvocato Emilio Castorina. Nel 2018 è stato consulente legale per la partecipata Asec

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews