Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania trasformata in tela da dipingere dall'artista Tvboy
Da S.Agata a Trump scienziato pazzo. «Omaggio alla città»

La santuzza con un vassoio sul quale sono appoggiati due seni e con in petto lo stemma del Calcio Catania; il presidente degli Stati Uniti d'Americo con il camice da infermiere e la siringa in mano e due pesci con le mascherine tra i rifiuti. Guarda le foto

Marta Silvestre

Catania è diventata per l'artista siciliano Tvboy l'ultima tela da dipingere. Tre nuove opere sono spuntate sui muri del capoluogo etneo nella notte tra il 4 e il 5 agosto: nell'area principale dello storico mercato del pesce è apparsa Sant'Agata da Catania; all'incrocio tra via delle Finanze e via Giovanni di Prima è spuntata l'istallazione The mad scientist (Dr.Trump) - ovvero Lo scienziato pazzo (dottor Trump) - mentre un muro di via Autieri ospita Plastic sea - Save the Mediterranean, cioè Mare di plastica - Salvare il Mediterraneo.

«Questo è il mio omaggio a una splendida città, Catania, e alla patrona delle mie due terre, la Sicilia e la Spagna», spiega l'artista Tvboy - all'anagrafe Salvatore Benintende - che, nato a Palermo 40 anni fa, ha scelto poi di fare base a Barcellona. La Santuzza raffigurata mentre sorregge dei seni (che rimandano anche al tipico dolce catanese delle minne di Sant'Agata) su un vassoio. Ha un'aureola dorata, il velo nero, un lungo vestito viola con le maniche di un giallo acceso e il mantello di un rosso che sembra ricamato. Al collo indossa una collana con un grande ciondolo con la faccia di un bambino, nel petto ha lo stemma del Calcio Catania che, spiega l'artista «è tra le poche rappresentanti del calcio del sud negli ultimi anni di Serie A, è un ulteriore legame con questa terra».

Oltre l'opera legata strettamente al territorio, Tvboy ha scelto Catania per due artwork che, in due modi diversi, rimandano al tema coronavirusThe mad scientist (Dr.Trump), realizzato sul cemento di una porta murata nella zona del centro storico, in una strada parallela a via Antonino di Sangiuliano. Il presidente degli Stati Uniti d'America, con il suo inconfondibile ciuffo giallo paglierino, è vestito da infermiere con un camice azzurro. Sopra il taschino con la bandiera a stelle e strisce ha anche il marchio Pfizer, l'azienda farmaceutica che ha sede alla zona industriale di Catania. Trump-scienziato pazzo indossa i guanti ma porta la mascherina abbassata sul mento; in una mano tiene una siringa mentre con l'altra indica chi guarda l'opera (un evidente richiamo al famoso affiche "We want you"). «Rappresenta la folle corsa al vaccino anti-Covid per essere il primo a poterne disporre e a trarne vantaggio economico - spiega Tvboy - Un personaggio dalla duplice personalità (Dr. Trump e Mr Hyde, potremmo dire) che usa un sorriso brillante come maschera». Questa opera è stata vandalizzata il giorno successivo alla realizzazione. Come era accaduto, circa un anno fa, a Taormina con il murales di Santa Carola.

Due pesci con la mascherina in mezzo a bottiglie di plastica, lattine di bevande, bucce di banana e altra spazzatura. Plastic sea - Save the Mediterranean si può ammirare su un muro di via Autieri, nella zona del Castello Ursino. «Anche questa opera è legata al mondo del Covid - spiega l'artista - In questi mesi, la plastica monouso si sta trasformando in un concreto problema per la natura. Il mare è, ancora una volta, il primo a farne le spese». Ai vecchi rifiuti che finivano anche nelle acque, adesso con la pandemia se ne aggiungono di nuovi: sono sempre di più, infatti, le mascherine, i guanti e gli altri dispositivi sanitari usa e getta che vengono riversati in mare. «Il murales vuole fare riflettere - sottolinea Tvboy - Anche se il problema è sotto la superficie e gli effetti sul breve periodo non sono visibili, la situazione si aggrava di giorno in giorno. La Terra non è usa e getta e i mari non possono diventare i cestini della follia dell’uomo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×