Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

San Berillo: Trame di Quartiere diventa cooperativa
«Offriremo servizi senza perdere la nostra identità»

Una sfida cominciata nel 2015 che adesso continua sotto una nuova forma giuridica, come racconta a MeridioNews Andrea D'Urso. «Le prime cose che faremo riguarderanno l’apertura di una caffetteria sociale a palazzo De Gaetani»

Giorgia Lodato

Foto di: Pagina Facebook Trame di Quartiere

Foto di: Pagina Facebook Trame di Quartiere

Da quando è nata, l’associazione Trame di Quartiere che opera a San Berillo, non si è fermata un attimo. Neanche durante il lockdown, che anzi è stato un momento per lavorare e portare a termine un importante obiettivo: la costituzione della cooperativa sociale di comunità nata ufficialmente lo scorso 10 giugno. «È un’idea che covavamo da molto tempo quella di fare il salto da associazione di promozione a cooperativa sociale, uno strumento che permette di fare attività e fornire dei servizi attraverso un cambiamento organizzativo, giuridico ma anche concettuale rispetto agli obiettivi da perseguire», racconta Andrea D’Urso a MeridioNews. Da ottobre ha organizzato una serie di assemblee con i soci dell’associazione per progettare la nascita della cooperativa. Un’operazione in cui ha giocato un ruolo importante anche Confcooperative, che ha supportato il gruppo dal punto di vista tecnico e della formazione.

«L’idea è quella di essere una cooperativa in cui la comunità di riferimento, che in questo caso è quella di San Berillo, può non solo beneficiare di servizi e attività ma anche offrire servizi ad altre persone». C’è una parte di comunità, dunque, che vuole rendere operativo quello che fa Trame di Quartiere e veicolarlo alla gente, del quartiere e non solo. Attività socio educative, assistenziali, socio sanitarie, economiche e imprenditoriali, di istruzione e formazione professionale, di formazione extrascolastica, di inserimento nel mondo del lavoro, di recupero di spazi per la comunità. Ma anche attività agricole, industriali e commerciali finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

«Le prime cose che faremo riguarderanno l’apertura di una caffetteria sociale a palazzo De Gaetani, progetto da tempo in cantiere, in cui offriremo servizi legati ai migranti, e i servizi culturali che vanno dalle passeggiate alla creazione di mostre e workshop, mantenendo la nostra identità e dunque restando legati alle storie di San Berillo». A settembre ci sarà l’inaugurazione dei nuovi locali di via Pistone, dove oltre la caffetteria ci sarà la sala workshop e l’inaugurazione di una mostra nuova su cui il team sta lavorando.

I soci fondatori di Trame di Quartiere sono undici, tra cui l’associazione Trame di Quartiere, e la cooperativa sta ancora raccogliendo adesioni di chi ha già collaborato in attività passate e di chi si sta avvicinando a questa realtà. Ma anche altre associazioni o singoli che proporranno progetti da poter portare avanti insieme. Per diventare, tutti, attori del cambiamento e creare sinergia e coesione in una comunità alla quale i soci promotori appartengono o che eleggono come propria, mettendo a sistema le attività di singoli cittadini, imprese, associazioni e istituzioni e rispondendo così ad esigenze plurime di mutualità. «Siamo la prima cooperativa di comunità riconosciuta a livello regionale nella provincia di Catania ed è un grande risultato per noi», conclude Andrea, che ricorda ancora una volta l’importanza del ruolo che gioca la cooperativa sul territorio. Soprattutto al Sud, dove tutto è una scommessa. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×