Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Hacker, LuzSec viola siti del ministero della Giustizia
Accessi anche nell'area riservata del tribunale etneo

L'annuncio sulla pagina Twitter italiana del gruppo di pirati informatifci, famosi per avere messo offline il portale della Cia. Questa volta sono riusciti a risalire ai codici d'accesso degli utenti. Tra gli screen pubblicati c'è anche quello di Catania

Redazione

Poche parole contenute in un tweet della pagina ufficiale di LulzSecurity per annunciare la violazione di centinaia di password dei portali collegati al ministero della Giustizia. «Buon pomeriggio, siete stati investiti», il messaggio è stato accompagnato al tag del ministero e a una serie di screenshot. Tra questi c'è un lungo elenco di password e la home page dell'area riservata dal sito del tribunale di Catania, il nome dell'utente a cui è stato violato il profilo però è stato obliterato

Il gruppo hacker in passato si è dichiarato responsabile di diversi attacchi informatici. Tra i quali quello agli account Sony e Nintendo nel 2011. Lo stesso anno ha reso inaccessibile, per un paio d'ore, il portale della Cia, l'agenzia di spionaggio civile del governo federale degli Stati Uniti d'America.

Secondo uno studio commissionato per l'Italia da Carbon Black, società americana specializzata nella produzione di software per la sicurezza online, il 98 per cento delle organizzazioni italiane ha riscontrato un aumento del numero di attacchi informatici nei confronti della propria azienda nel corso degli ultimi 12 mesi. Si tratta di un aumento considerevole rispetto all’89 per cento dell’ottobre 2019 e al 93 per cento del febbraio 2019.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×